SARONNO – <Siamo entrati in una palestra come tante altre e rimboccandoci le maniche siamo riusciti a trasformarla nel paradiso dei mattoncini colorati che non solo ha fatto felici i bambini ma ha anche dato la possibilità ai genitori di mettersi in gioco con i propri figli>. Così uno degli organizzatori di “Slega la fantasia” descrive l’iniziativa che per un weekend, quello del 27 e 28 ottobre, ha trasformato Saronno nella capitale europea delle costruzioni.

PARTECIPANTI DA TUTTA EUROPA

E’ stato, infatti, un successo senza precedenti, quello registrato dalla manifestazione che ha visto migliaia di partecipanti alcuni arrivati persino dall’Olanda. Ma andiamo con ordine presentando il progetto realizzato dall’ufficio Cultura con l’associazione Gemellaggio come anteprima di “Diritti in gioco”.

ASSOCIAZIONI, COMMERCIANTI E STUDENTI

Punto di forza dell’appuntamento anche il coinvolgimento delle associazioni saronnesi, come Agres, Anema e core e camperisti, negozi di giocattoli e studenti dello Ial Lombardia e del Collegio Castelli. Come detto per due giorni la palestra della scuola media Aldo Moro si è trasformata nel “paradiso” delle costruzioni con l’esposizione di modellini, angoli gioco per i più piccoli con i Duplo e per i più grandi con i Lego. Come dimenticare poi il concorso “Slega la fantasia” che ha visto ragazzini delle medie e bimbi delle elementare sfidarsi a colpiti di sculture.

MAMME E PAPA’ ENTUSIASTI

E’ stata un’iniziativa che ha conquistato soprattutto i genitori che hanno potuto giocare con i propri figli sui maxi tappeti rossi o sulle postazioni gioco. Bastano i numeri dell’affluenza a raccontare il successo della kermesse: solo nelle prime due ore sono state richieste oltre 250 confezioni gioco che altrettanti bimbi si sono divertiti ad utilizzare costruendo castelli, navi e treni. Finito il gioco sono entrati in azione gli studenti del corso meccanica dello Ial Lombardia che hanno smontato quanto costruito rimettendo la confezione a disposizione di un altro bambino. Tra le migliaia di genitori e bimbi presenti anche una trentina di camperisti arrivati a Saronno da tutt’Italia e dall’Europa grazie al tam tam dell’associazione cittadina.

LEZIONI DI CUCINA E MARMOTT PER TUTTI

A completare il successo della kermesse anche l’angolo della merenda con il marmott, tipico dolce saronnese, e l’appuntamento creato ad hoc per i genitori che, mentre i più piccoli si divertivano con i mattoncini e con un esperto in robotica, hanno potuto seguire delle lezioni di cucina con il maestro pasticcere Samuele Calzari.

Visto l’entusiasmo di grandi e piccoli gli organizzatori hanno già promesso ai partecipanti di riproporre l’appuntamento l’anno prossimo.