SARONNO – Da Cluedo a Monopoly passando per il saronnese Aquileia senza dimenticare i giochi di carte e persino le care e vecchie biglie colorate con i ciclisti. Domenica 11 novembre la Sala Nevera, lo spazio espositivo di Casa Morandi, si è trasformata in un enorme sala giochi. Nell’ambito della “Settimana del Gioco in scatola” sono stati proposti dalle 14.30 laboratori, sfide, tornei ed esercitazioni libere per bambini dai 3 ai 99 anni con i giochi da tavolo Hasbro e Zoch, in collaborazione con le associazioni saronnesi.

Un team di volontari, tra cui i ragazzi degli scout ed attivisti Admo, hanno accolto grandi e piccini invitandoli a mettersi alla prova con dadi, carte, giochi d’ingegno ed intuito. Tra le proposte della giornata un’anteprima del progetto di scambio di mail art tra Saronno ed Vilnius in Lituania, organizzato dalle scuole con Unicef e l’ambasciata di Uzupis e la mostra “Aquileia, come nasce un gioco da tavola” che racconta la genesi del passatempo nato a Saronno, già vincitore del premio Internazionale Archimede 2010. All’iniziativa, organizzata nell’ambito del mese di appuntamenti “Diritti in gioco”, hanno partecipato anche i ragazzi di seconda dello Ial Lombardia che hanno messo a disposizione il “Sicuramondo” il gioco in scatola creato due anni fa e migliorato ogni anno che si configura come un divertente percorso formativo sul tema della sicurezza del mondo del lavoro.

Ogni partita da ogni gioco è stata fotografata e documentata da un arbitro ufficiale che lunedì 13 novembre invierà i dati per permettere a Saronno di partecipare alla gara nazionale. La città in cui si sono disputati più incontri, infatti, vincerà una fornitura di giochi in scatola.