Un passato glorioso, una quotidianità complessa e un futuro pieno di sfide: questa è oggi, nel novembre 2012, Saronno. Una città di oltre 39 mila abitanti conosciuta in tutto il mondo che però non si lascia etichettare facilmente, lontana tanto dalle logiche di frontiera varesine quanto da quelle della metropoli milanese.

 Conosciuta per il suo glorioso passato industriale, oggi vive soprattutto di servizi, dalle scuole alla stazione. Ha un territorio quasi completamente urbanizzato ma la “fame di sviluppo” è sempre il motore più forte al centro di continui confronti e dibattiti. Proprio i suoi contrasti e le sue particolarità rendono Saronno unica. Del resto nonostante si spesso “snobbata” dalle grandi città per le sue dimensioni ridotte, è il realtà il punto di riferimento di un bacino di 90 mila abitanti.

 Ma questo non basta più. Il nuovo millennio ha imposto alla città degli amaretti sfide complesse: il recupero del territorio (la lotta all’inquinamento e la rinascita delle aree dismesse), le tematiche sociali (dall’immigrazione al fenomeno dei centri sociali) senza dimenticare la crisi economica. Per continuare la propria crescita mantenendo la propria unicità le carte vincenti sono, oggi come ieri, i saronnesi. Gli eredi dei fedeli che hanno edificato il Santuario creando un edificio riconosciuto come patrimonio dell’umanità, i figli di coloro che si sono rimboccati le maniche ricostruendo la città dopo un incendio che aveva raso al suolo gran parte del centro, i discendenti dei lavoratori che hanno ideato, migliorato e perfezionato prodotti come i biscotti Lazzaroni, il liquore Disaronno e i motori Isotta.

 IlSaronno.it vuole raccontare le loro storie, gli eventi, i dibattiti e le novità incontrandoli in corso Italia e in tutte le piazze e le strade messe a disposizione della tecnologia. Usando video e gallerie fotografiche e coinvolgendo i saronnesi attraverso i social network. 

 

2 Commenti

  1. La nostra città meritava una proposta come “ILSARONNO.it”. Che si definisce un blog, ma ambisce a qualche cosa di più, a giudicare dalla “prima” di oggi.
    Congratulazioni ha chi ha avuto l’idea e auguri sinceri a coloro che contribuiscono a realizzarlo.

    Sarono è una miniera di notizie. Molte di queste positive. Che non sempre trovano adeguato spazio sui media tradizionali.
    Sarebbe un servizio utile alla Città se “ILSARONNO” si caratterizzasse anche e soprattutto (perchè no?) per l’attenzione a ciò che avviene in città di utile, positivo e bello.

    Buon lavoro!

    Augusto Airoldi

  2. cara amica blogger,
    l’aquilotto ha spiccato il volo.
    Certo delle tue qualità, ti auguro un successo enorme.
    Hai tutto il mio supporto.

    F.

Comments are closed.