SARONNO – La sala del Bovindo di Villa Gianetti ha contenuto a fatica i saronnesi che incuriositi dalle locandine in bianco e nero mercoledì sera hanno partecipato alla serata di presentazione di “Come ci scontravamo” l’ultima fatica di Angelo Proserpio.

Il libro, pubblicato a cura della Società Storica, racconta con una serie di fotografie uniche e con curiosi resoconti i primi incidenti saronnesi:”C’è qualche scontro degli anni Quaranta, tanti episodi degli anni Cinquanta ma nessuno successivo al 1962. In quella data inizia la motorizzazione di massa che toglie un po’ di fascino agli scontri”.

Già perchè partendo dagli scatti di camion rovesciati e macchine ammaccate Proserpio, che ha scovato queste immagini con un attento lavoro di ricerca al tribunale cittadino e nell’archivio del padre, anche lui avvocato, racconta uno spaccato d’Italia e di Saronno pre miracolo economico. Una lettura piacevole ed interessante che ha conquistato anche il giornalista Rai, Enrico Rotondi che ha presentato il libro partendo dalla propria esperienza personale:”I giornalisti esordiscono sempre occupandosi degli incidenti stradali. In realtà io ho iniziato ancora prima quando da bimbo senti il botto corri fuori a vedere e sgattaiolando in prima fila riesci a vedere tutti i dettagli che quando torni a casa li racconti romanzandoli un po’.

Tra i tanti episodi raccontati a colpire il giornalista è stato lo scontro tra una Topolino e un carretto:”E’ bello notare come il resoconto dell’incidente sia completo di prognosi del veterinario del cavallo e che i danni fossero quantificati in 5 mila lire al giorno per il fermo dell’animale sostituibili con la fornitura di un cavallo di cortesia”.

Per ammirare le foto e godere di tutti questi scorci del passato è possibile acquistare il libro (costo 25 euro) nelle principali librerie saronnese o contattando la Società Storica.

06/12/12

2 Commenti

  1. E’ veramente un libro interessante e divertente. La storia di come cambia il mondo in poco tempo.

Comments are closed.