SARONNO – Il magistrato Armando Spataro è stato tra gli ospiti, l’altra sera alla Sala del Bovindo di Villa Gianetti alla presentazione del libro “L’omicidio di Nicola Calipari”. Presente anche l’autore della pubblicazione, Erminio Amelio.

L’incontro-presentazione è stato patrocinato dall’Amministrazione comunale: una occasione per approfondire un episodio tragico della storia contemporanea.

Alla serata, fra i presenti, il sindaco Luciano Porro, l’assessore Cecilia Cavaterra ed il capitano Giuseppe Regina, comandante della locale Compagnia carabinieri.

Il libro
Erminio Amelio – L’omicidio di Nicola Calipari – Rubettino editore
 
4 marzo 2005, quasi sera. Dalle radio si apprende che Giuliana Sgrena, nelle mani di sequestratori in Iraq, sarebbe stata liberata.
La tv conferma, ma si nota, dai visi dei conduttori, che qualcosa non va: sono tirati, preoccupati, dicono che un funzionario del Sismi sarebbe stato ferito nell’operazione, anzi no, sarebbe morto. Confermano, è morto. Pochi attimi dopo arriva il suo nome, Nicola Calipari. Ucciso per errore dal fuoco amico dei soldati americani.
Si avvia così una vicenda che parte con i toni altisonanti di uno Stato che assicura che tutta la verità sulla morte di questo suo eroico servitore sarà accertata, e che si conclude con una incomprensibile sentenza della Corte di Cassazione, che conferma una precedente sentenza della Corte di Assise: la giustizia italiana non ha giurisdizione su quanto è accaduto.

Erminio Amelio, magistratro alla procura della Repubblica di Roma ha indagato su quello che egli definisce “omicidio”, e non morte accidentale, di Nicola Calipari e non condividendo, seppur accentandola, la sentenza la sentenza della Cassazione, ci informa, attraverso questo suo libro, basato su atti, e non su supposizioni,  del lungo iter giudiziario che lo porta a concludere con una frase durissima:”Dottor Nicola Calipari, ingiustizia è fatta!”
Il libro di Amelio non è un romanzo, ma un circostanziato rendiconto giudiziario di quanto è accaduto in tre anni di sentenze e ricorsi. Un libro che è stato pubblicato perchè questo assassinio non venga dimenticato, perchè la morte di Nicola Calipari non diventi un ulteriore oltraggio a quest’uomo, che ha dato la sua vita per uno Stato che invece ha fatto di tutto per insabbiare la sua vicenda.
Questo libro è stato pensato e scritto da Erminio Amelio per tutte le persone che non vogliono dimenticare.
 
L’autore
Ermimio Amelio, magistrato, ha fatto parte della Direzione distrettuale antimafia di Palermo, occupandosi di diverse inchieste di mafia.
Attualmente è componente del pool antiterrorismo della Procura della Repubblica di Roma.
Si è occupato di tutte le indagini relative a vicende di terrorismo internazionale, dalla strage di Nassirya ai sequestri dei nostri connazionali in Iraq e in Afganisthan, fra i quali quello di Giuliana Sgrena.
Ha sostenuto l’accusa nel processo per l’micidio di Nicola Calipari.

Foto: Nicola Calipari, da Cadutipolizia
 
Il correlatore
Armando Spataro è procuratore della Repubblica aggiunto al Tribunale di Milano.
Già membro del Consiglio superiore della magistratura, è oggi coordinatore del Dipartimento terrorismo ed eversione.

06/12/12