rai tvSARONNO – I canali della Rai tv sono ritornati sui televisori dei saronnesi, dopo il parziale o in molti casi totale “oscuramento” che ha caratterizzato gli ultimi giorni, ma adesso è il momento delle polemiche.

A disturbare la ricezione della Rai era, involontariamente, la tv privata Telecupole di Cavallermaggiore, in provincia di Cuneo, che non aveva fatto altro che porre in pratica ciò che aveva disposto il Ministero per le Telecomunicazioni.”La frequenza ci è stata regolarmente assegnata dal Ministero nell’ambito di un piano di dismissione del vecchio canale e la nostra televisione è stata obbligata ad accendere la nuova frequenza, quella che poi disturbava la Rai, pur avendo già anticipato al Ministero gli eventuali problemi” è stato sottolineato in un comunicato stampa dell’emittente piemontese.

In estrema sintesi, il Ministero aveva assegnato a Telecupole, con ripetitore in Piemonte, la stessa frequenza della Rai in Lombardia e questo ha causato l’interferenza di cui sono rimasti vittime anche i telespettatori saronnesi. Ora Telecupole è stata obbligata a “spegnere” il segnale del ripetitore. L’altro lato della medaglia: i telespettatori piemontesi delle province di Biella, Asti, Alessandria, Novara e Vercelli adesso non ricevono più Telecupole.