SARONNO – Pierluigi Gilli, ex sindaco e attuale capogruppo di Unione italiana, torna a commentare la politica cittadina con la sua consueta ironia. Dopo aver tirato le orecchie all’Amministrazione per l’assenza al sopralluogo tecnico sulla nuova tratta Saronno-Seregno il sagace saronnese sottolinea quanto sta accadendo all’interno di [email protected]

La lista civica, che già qualche mese fa era stata protagonista di alcuni distinguo con il resto della coalizione sempre su temi legati al Piano di Governo del Territorio non ha approvato il documento predisposto dall’Amministrazione adottato dal consiglio comunale giovedì sera. Il consigliere comunale di [email protected] Massimiliano D’Urso ha votato contro, “per la scarso spazio riservato ai cittadini nella fase di stesura” mentre il capogruppo Angelo Proserpio si è astenuto per una “diversità di vedute”. L’assessore alle Culture Cecilia Cavaterra, sempre di [email protected], ha invece approvato il Pgt dissociandosi dalla scelta di D’urso.

Ecco la versione integrale del commento dell’ex sindaco così come riportata sul blog http://pierluigigilli.blogspot.it/

“Vorrei esprimere il mio dissenso dalle posizioni espresse dal consigliere Massimiliano D’Urso in consiglio comunale, assunte a titolo personale”, così l’Assessora Cavaterra, virgo fidelissima e governativa, in merito al voto negativo del suo collega di Lista ([email protected]) all’adozione del Piano di Governo del Territorio.
Diméntica, però, l’Assessora che anche il Capogruppo della sua Lista non ha votato a favore, ma si è astenuto.
Chi è il dissociato, quindi?
Tanto vale la poltroncina assessorile, da dissociarsi da chi ve l’ha insediata in propria rappresentanza?
Che avesse ragione il Senatore Andreotti: “il potere logora chi non ce l’ha”?
Ma… il mondo è bello perché è vario; [email protected] è bellissima: tre rappresentanti, tre posizioni diverse.
Il trionfo delle nuances.