Silighini neveSARONNO – Va avanti la querele fra due saronnesi in politica nel Pdl, e cioè l’europarlamentare e coordinatore provinciale Lara Comi e Luciano Silighini Garagnani, presidente lombardo dei Promotori della libertà.

Comi ha dichiarato di non avere inserito Silighini nelle liste dei candidati del Varesotto al Parlamento, perchè “neppure attualmente iscritto al Pdl“. Pronta la replica di Silighini, che afferma l’opposto.

“Credo che Lara Comi dovrebbe controllare bene le iscrizioni fatte con le carte di credito ma a parte questo non sono stati chiamate alla riunione varesina nemmeno altre persone del gruppo Promotori della libertà che si sono iscritte molto prima di me e che guarda caso fanno parte del mio gruppo.

Al coordinamento provinciale non sono stato invitato ne come iscritto ne come persona che ha chiesto di partecipare per parlare della mia candidatura e mi è stato risposto che quell’appuntamento era riservato ai membri del direttivo di cui io non faccio parte.

Ho le prove di email con ricevuta di ritorno, lettere ed sms nei quali la coordinatrice Comi si impegnava a portare avanti la mai candidatura. Io ho presentato la candidatura al coordinatore regionale Mantovani ed infatti ieri mi ha fatto sottoscrivere l’accettazione che ora sarà vagliata dal nazionale. La cosa gravissima è che nonostante chiaramente ne avessimo parlato e lei avesse preso atto e risposto con un bel “certo” alla mia domanda di suo appoggio, in modo premeditato non lo ha fatto e non ha dato modo ne a me ne ad altri di essere presenti .

Parla di avere ascoltato la base? La stessa base che a Saronno non ha più una sede? La stessa base composta da 17 mila e 524 persone che in Lombardia 2 ha sottoscritto la mia candidatura di cui oltre 4 mila nella sola provincia di Varese? La colpa è proprio che mi conoscono troppe persone, non certo il contrario ed è questo che ha rotto gli equilibri che si erano disegnati. Qui a Saronno sembra che ci siano dirigenti che guidino la decadenza e non coordinino la rinascita. Io non smetto di fare politica, lo faccio per la gente che ha chiesto di candidarmi, per la gente di Saronno che delusa si è trovata una giunta di sinistra solo per faide interne che hanno smantellato il Pdl, il Popolo della libertà.

Ho sentito il Coordinamento nazionale questa mattina per rendere conto di ciò che è stato fatto a Varese. Mi rimetto al partito e ribadisco che a me interessa che vinca il Pdl. Reputo certi gesti, certi sgambetti futili come segni che qui si vuole mantenere il partito nello stato in cui è.

La gente è contenta del Pdl saronnese e della gestione del provinciale? Bene. Io dico di no. Ma conta poco. Si guardino i fatti ed i fatti sono che la coordinatrice Comi ha ignorato una candidatura a lei presentata, supportata da un atto notarile firmato con 17 mila e 524 persone che chiedevano la mai candidatura. Questa è la realtà palese. Il resto non esiste. Ne rendano conto alla base che ha firmato e vada a motivare il perchè ha fatto questo anche se il motivo è davanti agli occhi. Ho portato in piazza a pulire Saronno 50 persone, 80 a distribuire coperte. Probabilmente erano solo cretini come me che ancora credono e vogliono un Pdl serio. Io dico solo che tutto questo a me personalmente fa solo vergognare”.

Luciano Silighini Garagnani

13 Commenti

    • Silghini se le canta e se le suona visto che nessuno gli dà retta tante sono le assurdità e falsità che racconta.
      Come è ormai d’abitudine da molto tempo ritira le candidature sparando poi a zero contro il partito “Io, mi dispiace, ma non mi presto a mettere il mio nome in una lista caratterizzata da una base di incoerenza e per questo ho ritirato la mia candidatura.” CHE TATTICA … CHE INTELLETTO

  1. 50 persone a spalare e 80 a distribuire coperte -più persone che coperte-(vedasi articolo wordpress-426764-1358032.cloudwaysapps.com/?p=3335 )?!?!?
    Ammazzateohh che bomba!! 🙂 mi sa che coi numeri ha poca dimestichezza…

  2. Caro Jonh Doe. Abbiamo raccolto anche giocattoli e generi di prima necessità, oltre che decine e decine di vestiti, coperte. comunque nessun problema, avrai senz’altro fatto più tu per le persone che noi

    • Di sicuro non vado a sbandierarlo ai quattro venti come qualcun altro… o mi faccio fotografare mentre lo faccio… l’aiuto ai bisognosi lo si fa in silenzio!!

    • che pena SILIGHINI !!!! ….nel frattempo accetta il confronto pubblico con Ermolli….NON SCAPPARE …….

  3. Noi abbiamo avuto i giornalisti dopo che abbiamo chiamato in Comune perchè Via Venezia era bloccata sotto la neve con le gente che non poteva uscire. Informarsi prima di parlare sarebbe meglio

    • I giornalisti si , ma un confronto pubblico , NO ?????
      ERMOLLI “Se ci tiene tanto, lo invito a un pubblico dibattimento in modo che si chiarisca definitivamente le idee che al momento appaiono del tutto confuse».
      SILIGHINI “Mi chiede se tengo tanto ad un pubblico dibattimento con lui per chiarirmi definitivamente le idee confuse che avrei? Bah io non tengo in modo particolare a fare un pubblico dibattimento con lui, ma mi sembra che sia lui che ci tenga. Non capisco, è un invito il suo? Magari le mie idee confuse mi impediscono di capirlo, ma se lo è va bene.”
      TEME IL CONFRONTO E CHE SI SCOPRANO GLI ALTARINI ?

    • infatti il Comune che non ha pulito le strade chiama i giornalisti : ti prego ….. inventane un’altra

  4. Certo che in 30gg gli attivisti/spalatori sono triplicati… nell’articolo https://ilsaronno.it/?p=2983 del 14dic. si parla di una dozzina.. e lo affermate voi.. (Ecco la nota diffusa dal gruppo Lombardia dei Promotori della Libertà
    “Questa mattina una dozzina di militanti del PDL raggruppati nel gruppo Lombardia dei Promotori ….. ) ieri sono diventati 50… se continuate di questo passo avrete più spalatori voi che l’Amsa di Milano…
    Mi raccomando caro Paolo, adesso mi risponda dicendo che i 12 erano solo quelli in via Venezia e gli altri erano sparsi per la nostra – e “vostra” 🙂 – città… o erano in giro per la Provincia di Varese!! :-O
    Ahhh mi raccomando.. visto che è prevista neve per il fine settimana… non fatevi trovare impreparati… 😉

  5. Domani nevica, girerò la cittò in cerca dei vosti spalatori…. o forse se Silighini non è candidato si daranno malati? Ditemi in anticipo in quanti sarete e dove sarete….

  6. BRAVO ERMOLLI – “Silighini non ha nulla a che fare col Pdl di Varese e soffre della sindrome da uno, nessuno e centomila. Capisco che il fine giustifichi i mezzi, ma è evidente l’autopromozione di una persona che gioca al luna park della politica e infanga il nome del coordinatore provinciale Lara Comi, che lavora duramente e con merito sul territorio, col puro e miserrimo scopo di promuovere se stesso”. E’ la forte presa vicecoordinatore del Pdl di Varese Gianpaolo Ermolli che attacca apertamente il presidente lombardo dei Promotori delle Libertà.

    “La scelta dei candidati di Varese – sottolinea Ermolli – è stata condivisa all’unanimità dal direttivo provinciale, una coesione che non si era mai vista in tanti anni. E questo per merito di Lara Comi che ha saputo interpretare le esigenze del territorio e portare il coordinamento su posizioni condivise. Silighini dimostra di essere scarsamente informato sull’attività del Pdl locale. Il mio consiglio è che vada a cercare altrove le responsabilità della scelta finale dei candidati in lista. Se ci tiene tanto, lo invito a un pubblico dibattimento in modo che si chiarisca definitivamente le idee che al momento appaiono del tutto confuse”.

Comments are closed.