foto Matteo TelaroSARONNO – “Sono e restano miei amici, persone con cui ho lavorato anche nell’associazione che presiedo, tanto che sono membri del nostro direttivo”. E’ il primo commento di Matteo Telaro, imprenditore e numero uno di Compagnia delle Opere Saronno, in merito all’arresto per turbativa d’asta e corruzione di 3 gerenzanesi .

Si tratta delle prime dichiarazioni “a caldo” in attesa di una presa di posizione ufficiale da parte del sodalizio con sede in piazza San Francesco.