saronno ospedaleSARONNO – Per il “duello” fuori dall’ospedale, un marocchino di quarant’anni, abitante a Saronno, è stato condannato a tre mesi di reclusione. Il 6 marzo 2010 era stato sorpreso da una pattuglia dei carabinieri armato di un coltello da cucina, nell’aiuola di fronte all’ingresso del nosocomio, in piazza Borella. In base a quanto ricostruito dai militari, aveva appena litigato – per questioni di lavoro – con un connazionale, come lui muratore, che era finito al pronto soccorso con lesioni comunque non gravi.

Il coltello era stato sequestrato e lo straniero denunciato: adesso si è tenuto il processo al tribunale cittadino, a seguire la sentenza del giudice Piera Bossi.

Le pena è stata comunque sospesa, se righerà dritto l’extracomunitario non andrà in carcere. E’ un incensurato, che in passato non aveva mai avuto problemi con la legge.

30/01/13