SARONNO – Con un incontro con i militanti stamattina a Villa Gianetti la sezione cittadina della Lega Nord ha presentato i propri candidati per le elezioni politiche e regionali.

Nel saronnese il Carroccio scommette su due giovani che possono già vantare un’intensa militanza: Daniela Restelli per la Regione e Matteo Sinelli alla Camera dei deputati. Sinelli e Restelli si sono per altro da poco dati il cambio alla guida della sezione saronnese dei Giovani padani

A fare gli onori di casa l’assessore provinciale e segretario cittadino Alessandro Fagioli: “Queste candidature dimostrano come la Lega voglia continuare a rinnovarsi proponendo volti nuovi che comunque “lavorano” da anni e che sono espressione del territorio”.

I CANDIDATI
Soddisfatto della candidatura Matteo Sinelli 25enne studente universitario:”Anche se al quart’ultimo posto della lista – spiega con energia – l’inserimento del mio nome è un riconoscimento a me e al Movimento giovani padani e alla.sezione di Saronno. Credo che questa candidatura sia un premio al territorio per la costante presenza il lavoro svolto”.

Reduce dalla candidatura a sindaco, dove ha ottenuto il 22% dei voti, Daniela Restelli, 25enne è pronta alla sfida su scala regionale:”Spesso si dice che in politica ci vuole un rinnovamento e quindi i giovani. E’ quello che sta provando a fare la Lega che però non schiera dei dilettanti allo sbaraglio ma persone che come me sono state in prima linea sul territorio ed hanno già avuto un’esperienza politica” Restelli è infatti consigliere comunale a Caronno Pertusella.
La caronnese ha le idee chiare sulle priorità: “Più lavoro e meno tasse è sicuramente quello che la nostra Regione ha bisogno ed è un progetto che si può concretizzare trattenendo il 75% delle imposte per avere un maggior controllo delle spese. Ma i progetti da portare avanti sono molti una ridefinizione dei percorsi formativi in modo che siano più aderenti alle esigenze del mercato del lavoro e poi un controllo sul fronte del trasporto e della sanità in modo che i cda facciano davvero l’interesse dei cittadini lombardi. Senza dimenticare un impegno sul fronte della riduzione della burocrazia e per la salvaguardia patrimonio lombardo”.

La chiosa è di Fagioli:”La Lega sta provando a svecchiare la politica, puntando su giovani che non sono dilettanti allo sbaraglio ma persone che sono cresciute, politicamente ma non solo, lavorando sul territorio”.

Con una foto di gruppo e tante strette di mano è poi partita la campagna elettorale che vede in prima linea anche storici leghisti come Elio Fagioli che ha già coniato un simpatico slogan “Restelli e Sinelli, i candidati bravi e belli”.

02022013