SARONNO – Era gremita stamattina la Prepositurale durante la celebrazione a suffragio del brigadiere Giorgio Illuminoso, scomparso il 5 febbraio 2009 dopo essere stato investito durante un controllo nei boschi ad Origgio.

Alla cerimonia erano presenti oltre alla compagna e ai genitori del carabiniere il comandante provinciale Alessandro De Angelis, il capitano Giuseppe Regina, tantissimi militari della compagnia di Saronno, il tenente della Guardia di Finanza Carlo Della Gatta, il comandante della polizia locale Giuseppe Sala, il sindaco Luciano Porro e l’assessore al Bilancio Mario Santo.

“Oggi la Chiesa festeggia sant’Agata – ha detto il prevosto don Armando Cattaneo durante l’omelia – e noi a Saronno ricordiamo la scomparsa di questo militare che a 42 anni ha perso la vita mentre era in servizio. Possiamo dire che queste due figure in modo diverso rappresentano un vero e grande esempio cristiano. Illuminoso ha fatto il proprio dovere fino in fondo, con dedizione e passione, ed è questo che ogni giorno, a prescindere dal nostro ruolo e lavoro il Signore chiede a ciascuno di noi”.
E ha concluso:”In realtà le mamme che oggi ricordano Sant’Agata e i carabinieri hanno molto in comune: nessun’altro come queste due categorie, infatti, conoscere le persone nell’intimo e nei momenti di difficoltà e proprio i genitori e le forze dell’ordine ci ricordano in ogni momento qualè la retta via e come seguirla”.

05022013