droga hashish carabinieri saronnoSARONNO – Spaccio di droga davanti all’Aci, i carabinieri hanno arrestato un tunisino.
Alla chiusura dell’ufficio dell’Automobile club d’Italia, sotto i portici di via Diaz, da qualche giorno sul posto arrivava un nordafricano, in attesa di clienti e che nascondeva lo stupefacente, hascisc, in un vicino cassonetto dei rifiuti.

La notizia della presenza del sospetto era recentemente giunta ai carabinieri della Compagnia cittadina, che hanno quindi predisposto un apposito servizio. L’altro giorno si sono posizionati nella zona, attorno alle 16, in abiti borghesi, osservando l’andirivieni di persone e presto individuando “lo stempiato”, ovvero l’extracomunitario, di 34 anni.

Hanno visto, verso le 18, che andava a prendere qualcosa rovistando nel cassonetto, poi l’arrivo di un cliente (un cislaghese di 35 anni) e quindi lo scambio droga-soldi.

Bloccato il cliente in via Bossi e recuperato lo stupefacente, circa cinque grammi, i tutori dell’ordine hanno fermato lo spacciatore, che nel frattempo dal cassonetto aveva preso altri 5 grammi suddivisi in quattro dosi.

L’immigrato, in Italia senza occupazione e stabile dimora, è stato arrestato e trasferito nel carcere di Busto Arsizio. Solo nell’ottobre scorso aveva lasciato il penitenziario di Frosinone, dove era detenuto per altri reati. Il 5 aprile scorso a Saronno era stato invece arrestato dalla polizia ferroviaria, sorpreso in stazione con un connazionale e 210 grammi di hascisc.

09/02/13