ospedale nebbiaSARONNO – “Daniela Restelli della Lega Nord ha perfettamente ragione sottolineando il problema serio che sta attanagliando l’ospedale di Saronno“: a parlare è Luciano Silighini Garagnani, responsabile locale dei Fratelli d’Italia.

“L’’idea che emerge è che Luciano Porro appaia come il sindaco del centrosinistra più che il sindaco di Saronno e per questo motivo vede la Regione Lombardia come un ente non vicino. Dove governa il centrodestra, Regione  o Provincia (come con i fondi non richiesti per le casette dell’acqua) l’Amministrazione di Saronno fa orecchie da mercante e non si rapporta – rimarca Silighini Garagnani – Saronno ha tutte le caratteristiche per essere trainata dentro i grandi progetti del 2015 quando Milano sarà al centro del pianeta e un ospedale come il nostro non è gestito come le sue potenzialità consentirebbero. Guardiamo l’esempio di Vimercate. Paolo Brambilla primo cittadino della località ha seguito quasi mano nella mano con il presidente regionale Roberto Formigoni ogni singolo passaggio ed il polo brianzolo è tra i più importanti della Lombardia con ben 20 sale operatorie più una sala apposita per il parto, 500 posti letti , 80mila metri quadri interamente cablati, 215 milioni di euro d’investimento!”

Silighini in corteo lavoratori

Conclude l’esponente dei Fratelli d’Italia:”Non chiediamo lo stesso percorso, ci accontentiamo di meno, tipo che i nostri medici non vengano fatti correre come palline del flipper e i nostri malati non siano costretti a vagare da un piano all’alto come funamboli. Porro metta via la tessera del Pd e indossi il tricolore da sindaco mettendosi l’anima in pace e tra qualche settimana si prepari ad andare da Roberto Maroni, anche perchè se aspetta che al Pirellone ci sia un presidente di sinistra finisce che da “serie B” l’ospedale scende fino alla categoria “dilettanti”.

11/02/13

3 Commenti

  1. Be’, Silighini di palline da flipper e funamboli se ne intende, visto che si è dimostrato tale nel passare in un batter d’occhio dal PdL a questa nuova, sorprendente formazione “Fratelli d’Italia” (soprattutto dopo che i primi l’avevano definito un millantatore, nel migliore dei casi).

    Non si capisce da che parti arrivi questo attacco all’ospedale di Saronno (dati, fatti, situazioni: niente), ma mi ricordo che già nell’ultima campagna per le Amministrativie la proposta del PdL era “costruiamo un altro ospedale”. Così, tanto per, un po’ come ridarci l’IMU. Ma in effetti c’è qualche indagine che sta provando a capire come mai fosse così facile fare affari e progetti sulla sanità in Lombardia. Vedremo.

    Ecco, poi l’idea di fare il lacché di Formigomi per avere un occhio di riguardo sull’ospedale di Saronno è l’immagine chiara che queste persone hanno di regione e di politica al servizio del territorio: non serve un’analisi che tenga conto in maniera obiettiva delle esigenze dei cittadini, ma bisogna tirare la giacca all’imperatore perché abbia un occhio di riguardo per noi.

    Questo modo di fare politica deve finire.

  2. Caro SIlighini non fa la pallina, il PDL qui ha mostrato cosa voleva e non voelva collaborare con lui e noi, ovvio andare a lavorare con altri con gli stessi progetti

  3. Ma scusate ma fratelli d Italia e alleato pdl! Non è che e passato da pdl a comunisti italiani scusate! Mi sembrate tutto fuori di senno! Il pdl di saronno e una crocchia ristretta! Una nuova realtà come fdi e sicuramente più propensa a inglobare e far emergere figure nuove!!

Comments are closed.