SARONNO – Caramelle Ambrosoli per addolcire la sconfitta del centro sinistra cittadino e un brindisi tra gli scranni della sala consiliare con uno striscione con il sole delle alpi e un cartello contro la censura: così qualche minuto fa i consiglieri della Lega Nord Claudio Sala, Davide Borghi e Raffaele Fagioli hanno festeggiato la vittoria di Roberto Maroni alle elezioni regionali.

Mentre il consiglio comunale stava votando per la nomina dei membri dell’ufficio di presidenza il consigliere comunale Claudio Sala si è alzato dal suo posto ed ha portato al sindaco Luciano Porro, al presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi e a tutti gli esponenti della Giunta delle caramelle al miele Ambrosoli sfruttando l’omonimia tra l’azienda varesina e il candidato del centrosinistra. “Per addolcire la sconfitta” ha dichiarato Sala mentre ritornava al suo posto. Una trovata goliardica che era solo l’antipasto del piano leghista.

Dopo qualche minuto, infatti, il consigliere Raffaele Fagioli ha estratto una bottiglia di spumante, con etichetta il logo con il guerriero della Lega Nord, e l’ha stappato brindando con i colleghi. Mentre il presidente Airoldi chiedeva ai consiglieri comunali di fermarsi e permettere il proseguimento della seduta i leghisti hanno srotolato una bandiera con il sole delle alpi e subito dopo tre cartelli con lo slogan “La vostra censura non ci fa paura. Maroni presidente. Padania Libera”.

Visti i continui richiami del presidente dell’assemblea i tre consiglieri del gruppo del Carroccio hanno lasciato la sala diretti a Varese alla festa per l’elezione di Roberto Maroni alla guida della Regione.

27022013

36 Commenti

  1. La politica non è lo stadio, quando lo capirete? E mi rivolgo a tutti gli schieramenti. Cosa c’è da festeggiare? Avete preso un incarico serio nei confronti dei cittadini e dovrete mantenerlo, dovrete lavorare per i cittadini. Non fare i vostri interessi, quindi cosa c’è da festeggiare? Piuttosto da subito impegnatevi e buona fortuna visto i vostri “alleati”.

  2. Ma niente, son fatti così. Io a Davide Borghi ho fatto anche gli auguri di buon lavoro, perché alla fine è giusto che chi vince governi e lo faccia nell’interesse di tutti.

    Sono cose un po’ arroganti, queste qui, di sprezzo delle istituzioni, fan parte di quelle cose che abbiam provato a lasciarci alle spalle ma non ci siamo riusciti. Vedremo i risultati, perché oggi per il progetto dei “barbari sognanti” non ci sono più scuse.

    Peraltro, se proprio va detta, visto il risultato di 12,81 % della Lega a Saronno un bicchiere l’avrei bevuto anch’io. 🙂

  3. Da quando esiste la democrazia si festeggiano le vittorie elettorali. Dove avete vissuto fino ad oggi?

  4. strano che festeggino dopo aver perso per strada una fetta notevole di elettori: che se non si fossero alleati con Silvio conterebbero assai poco anche in Lombardia. Poi festeggino pure, ma nelle piazze, altri bivaccavano nelle Istituzioni

  5. Il teatro è il mondo e il mondo è un teatro, come diceva Shakespeare. Rappresentare la nostra felicità per la liberazione della Lombardia in Consiglo Comunale a Saronno è stata un’iniziativa simpatica nel mondo grigio del PD.
    , Noi non nascondiamo niente ai cittadini, al contrario di quanto fa la Giunta comunale, che. deve ancora spiegare ai cittadini saronnesi come mai si incontra nel chiuso della stanza dei bottoni per “parlare” con gli operatori commerciali. A noi questi metodi da Prima Repubblica non piacciono. Anzichè richiamare i consiglieri della Potentissima Lega Nord, pensino invece alle beghe giudiziarie al TAR in cui sono coinvolti.

    • A proposito di TAR che mi dice sig. Veronesi delle truffe elettorali del vostro governatore COTA in relazione alla recente sentenza del Consiglio di Stato che gli da torto…nuove elezioni in piemonte ed addio padania. Godetevi la festa. E poi c’ è una sorpresina dietro l’ angolo.

  6. Rosiconi, tutta invidia e rabbia per non aver festeggiato il funerale della Lega Nord.

  7. Dopo un anno e mezzo di scandali, gogna mediatica e indagini ad orologeria, con la crisi che morde e la crescente sfiducia nelle istituzioni è evidente che una erosione di voti sarebbe arrivata. E proprio per questo la vittoria di Maroni è ancor più incredibile e soddisfacente. Vorrei ricordare che sono spariti dalla scena UDC, FLI e IDV in un solo colpo (almeno a Saronno); mica noccioline.

  8. Cito: Basta poi confrontare i dati dei singoli partiti con quelli dell’ultima tornata elettorale regionale nel 2010. Il Pdl passa dal 35% al 14,45 e la Lega Nord dal 26% al 12,81. A migliorare le proprie performance sono il Pd, che passa dal 22% al 27,81 diventando il primo partito, e il Movimento 5 stelle che, pur senza sfondare, conquista un 12,56%. –

    Chiamatela pure erosione 🙂 , in italiano si chiama dimezzamento

      • io ho preso i dati dallo stesso ilSaronno (infatti è un copia/incolla di altro articolo), senza verificare se fossero giusti o meno, ma mi pare che il succo non cambi molto. La Lega ha il governatore come frutto di un accordo nazionale per costringere la Lega stessa ad appoggiare il PDL, e onestamente se fossi il segretario sarei assai proccupato per una tendenza a dir poco disastrosa (ma fortunatamente non lo sono, nè il segretario nè tantomeno il segretario)

        • ma come si fa a dire che siete liberi. avete venduto il c…o al solito berlusconi per poter continuare i vostri intrallazzi (a proposito come la mettiamo con il nuovo caso galli?)

  9. Questi commenti dimostrano quello che sostenevo, tifo da stadio, sempre a rinfacciarsi tutto, eccetera. Vogliamo CAMBIARE? Festeggiate quanto volete ma per me in qualsiasi schieramento non contano i festeggiamenti, contano i fatti e in tanti anni tra lega e PDL di cose brutte ne ho viste. Perciò spero che ora le cose cambino davvero, altrimenti tra 5 anni non so quanto ci sarà da festeggiare per tutti. Sulle indagini a orologeria mi viene da fare una risata, le indagini sono indagini, basta essere sempre nel giusto e nella legalità, e non c’è niente da temere, altrimenti, come dico sempre, i nodi vengono al pettine! Sempre!

  10. Non entro nel merito dello stile scelto dai Consiglieri leghisti ma una affermazione del Consigliere Veronesi mi incuriosisce veramente:
    “Rappresentare la nostra felicità per la liberazione della Lombardia”…
    Io forse ho vissuto in un’altra regione ma non c’è stato un governo di centro destra in Lombardia per circa 17 anni ?
    La lega ha governato con il centro destra in tutti questi anni ? Non è forse caduta la giunta Formigoni per gli scandali, il voto di scambio con la ‘ndrangheta etc. ? Adesso Veronesi afferma di festeggiare la liberazione dlla lombardia dal prolungato governo della lega stessa? Il mondo è bello perchè è vario.

  11. La Lega che festeggia la liberazione della Lombardia da se stessa si commenta da sé e le facce imbarazzate degli altri consiglieri di minoranza ieri, di fronte a questo siparietto, erano impagabili.
    A me spiace solo che i consiglieri della Lega Nord abbiano preferito andare a far festa, piuttosto che rappresentare i propri elettori in consiglio comunale D’altronde ognuno esercita il proprio mandato come meglio crede.

  12. HAHAHAHAHA “LA LIBERAZIONE” DA SE STESSI AHAHAHAHAHAH

    Scusate ma non trattenevo le risate per questa gente che non pensa neanche a quello che dice.
    Comunque avete scelto proprio il posto sbagliato per festeggiare perchè a Saronno: AMBROSOLI 42,98 % MARONI 39,25

    Oh, cari signori della Lega, non ne avete azzeccata una!!!
    Ma vi pagano anche per fare i consiglieri e andare alle sedute, così per informazione?
    Bello bersi lo spumante alla faccia dei cittadini, bravi ,bravi, fateci un favore, LIBERATE LA LOMBARDIA DA VOI STESSI (cit. Veronesi)

  13. Ed io che pensavo che Saronno fosse in Lombardia.
    Quindi festeggiare a Saronno per l’elezione del Governatore della Lombardia è sbagliato.
    Forse Saronno è diventata Città Stato senza che me ne accorgessi.

    @Lorenzo “cosa c’è da festeggiare?”
    E secondo Lei il giorno dell’elezione del Sindaco Porro cosa c’era da festeggiare?
    Vede, è importante avere buona memoria ed a portata di mano un archivio di notizie…
    http://www3.varesenews.it/saronno_tradate/articolo.php?id=170183

    • È abbastanza triste dover replicare a chi si firma come “Anonimo”, ma guarda che il punto non è che la Lega non debba festeggiare. Il punto che l’ha fatto in consiglio comunale, facendosi beffe delle istituzioni e abbandonandolo, con buona pace di chi quei consiglieri lì li ha votati.

      A te sta bene, Anonimo, a me e a qualcun altro qua sopra no.

      Oltre alla memoria delle cose – ma Internet ci aiuta in questo – contano anche gli occhi attraverso i quali le si guardano.

  14. Vorrei che ANGELO VERONESI ci spiegasse da cosa si deve liberare la Lombardia, sarebbe davvero interessante capirne di più..
    sarà mica un’ affermazione venuta dall’ inconscio che si riferisce a tutto il marcio che c’ è stato finora nella giunta pdl-lega?
    Oppure a quei comunistoni che in lombardia non governano da anni?
    Su su, tornate a lamentarvi che non potete andare a più di 30 all’ ora in questa città comunistona di saronno, dai, pensate alle cose serie.

  15. Mi domando perché non riusciate a capire il significato di una frase di un consigliere comunale del gruppo Lega Nord Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania.
    Liberare significa “rendere libero, sciogliere, svincolare, affrancare, emancipare”.
    E’ chiaro che il consigliere Angelo Veronesi, che non ha certo bisogno del mio intervento per difendersi, intendeva con la sua affermazione spiegare che la vittoria di Roberto Maroni pone le condizioni per realizzare la Macroregione del Nord con Piemonte, Veneto e FVG “svincolandosi, affrancandosi” dallo Stato Italiano così come lo abbiamo vissuto per 150 anni.
    Le cose cambiano, tutto muta. Nel 1989 è crollato il muro di Berlino e l’impero comunista; la Comunità Europea è realtà, non ci piace attualmente perché troppo burocratica e tecnocratica, ma ormai gli stati nazionali dell’ottocento-novecento non hanno più ragione di esistere.
    Spero con questo di aver chiarito, il senso delle parole di Veronesi.

    Distinti saluti
    Raffaele Fagioli
    consigliere comunale della Lega Nord Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania

  16. voglio proprio vedere come spaccherete l’Italia con il numero di voti che avete perso (e che probabilmente perderete alle prossime elezioni regionali in Piemonte e Veneto): rammentate che in Lombardia Maroni ha vinto (e di poco) grazie allo scambio a livello nazionale con il PDL, e al grande regalo che vi hanno fatto i Grillini.

  17. quante scene per una manifestazione di gioia, e magari ci fosse saronno citta’ stato…

  18. Egregio Consigliere Fagioli, mi permetta che il dubbio sull’esultanza del Consigliere Veronesi sia lecito:
    Perchè, se di liberazione si tratta, in 17 anni di governo della Lombardia, a vostro carico, non ne avete sentito l’ impellenza?
    Non è stato il governo Lombardo coadiuvato da un governo nazional PDL-Lega ?
    Oggi promettete, come panacea di ogni male, la frantumazione dello stato Nazionale, come lei stesso qui sostiene, e la contrabbandate come liberazione da “Roma ladrona” in cui però i cassieri della “banda” siete stati sempre voi per molti anni. Avevate promesso mai più con “berlusconi”, mi pare che stiate tornando a governare, almeno in regione con i soliti noti.
    Poveri Lombardi che vi hanno creduto ancora e poveri anche quelli che non vi hanno creduto e dovranno sopportare i costi del vostro governo.
    Io credo ancora alla nostra Costituzione, una delle più belle mai scritte ma anche una delle più ostacolate nella sua applicazione.
    Costituzione che parla di diritto alla lavoro, di uguaglianza ed equità.
    Su questa ci confronteremo e vedremo alla fine se il vostro 4% vi darà il diritto di distruggere uno dei suoi presupposti: “l’ unità nazionale”.

  19. Il signor Liotta del SEL pontifica ed il suo partito, che si presenta su tutto il territorio nazionale, ha preso meno voti della Lega che è territoriale…. ah come brucia la sconfitta!

  20. Caro Fagioli, vedo che è abituato a rimescolare le carte (così come fa il vostro Capo Silvio, a cui continuate a vendervi).
    Siete al governo da decine di anni, se volevate combinare qualcosa di nuovo potevate farlo prima. La “liberazione” non ha senso, per liberarsi bisognerebbe cambiare qualcosa, voi siete sempre gli stessi, solo con la metà dei voti..

    I soldi di ROMA LADRONA vi facevano comodo per dare la paghetta a Renzo eh, complimenti.

  21. Caro anonimo, è un vero peccato che la sua illuminata riflessione non sia firmata con nome e cognome.
    Avrebbe certamente meritato una querela per diffamazione.
    Almeno per due ragioni (ma consultando un bravo avvocato la lista potrebbe allungarsi):
    1. io non rimescolo alcuna carta e, come potrà leggere al link indicato in calce, io ed il movimento, a cui orgogliosamente appartengo, manteniamo la nostra rotta verso l’obiettivo dichiarato nel lontano 1982 (i documenti storici lo testimoniano). La palude romana ed il masochismo dei lombardi e padani in genere ci costringono a cambiare strategia, come in una partita a scacchi, ma l’obiettivo “indipendenza” è sempre lo stesso. Una volta Umberto Bossi disse “anche alleati col diavolo, pur di arrivare alla mèta”.
    2. io non ho mai avuto alcun capo, né in ambito lavorativo dove ho sempre gestito in proprio le mie attività, né in ambito politico dove riconosco un “segretario” quale gestore temporaneo del movimento Lega Nord. E men che meno il Silvio (immagino si riferisca a Berlusconi, ma Lei non ha l’ardire di nominarlo per intero) il quale è semplicemente l’unico interlocutore nello scenario politico ad aver aderito in qualche modo al nostro progetto di indipendenza.

    Le consiglio la lettura del capitolo “Le prime idee” ed “Il primo programma”.
    http://www.caparini.com/storia%20della%20lega/1979%20-%201987.htm

  22. Per la cronaca i soldi di ROMA LADRONA sono soldi nostri, che ROMA LADRONA spreca invece di investire in servizi ed infrastrutture per i propri cittadini.
    Ma Lei, come la maggioranza dei cittadini lombardi, preferisce fare come il fabbro delle vecchie monete da 50 lire. 🙂

    Si ricordi Lei, come tutti quelli che ripetono a memoria il disco rotto del trota e della Lega che governa da “secoli”, che state sempre guardando la pagliuzza senza vedere le travi negli occhi vostri o di quelli che votate normalmente!

    Cordialmente
    Raffaele Fagioli

  23. Sarà interessante vedere se e quando otterrete l’indipendenza, perchè non proponete un referendum di indirizzo nelle sole regioni del nord??? mi sembra difficile visto che arrivate nelle circoscrizioni in Lombardia al 8,7/17,5/10,9 % (dati delle tre circoscrizioni Camera) ben lontani dalla maggioranza.A meno che ci si illuda che il PDL vi segua 🙂

Comments are closed.