SARONNO – L’operetta ritorna al teatro civico “Pasta” di via I maggio a Saronno: l’appuntamento domenica, 3 marzo, alle 15.30 con la Compagnia Corrado Abbati in “Il pipistrello” con musica di Strauss e la regia di Corrado Abbati.

operetta il pipistrello

La trama
Gabriel von Eisenstein, ricco gentiluomo di campagna, è stato condannato, per diffamazione, a qualche giorno di prigione. È ormai pronto per recarsi in carcere quando il suo amico dottor Falke gli porta un invito per la festa che il principe Orlofsky darà la sera stessa. Eisenstein decide di costituirsi dopo la festa. Rosalinde, sua moglie, rimasta sola, riceve la visita del suo spasimante Alfred che però viene scambiato per il padrone di casa e quindi portato in carcere al suo posto. Alla festa arrivano Adele, la cameriera di Eisenstein, il direttore delle carceri, convinto di avere messo in galera Eisenstein e naturalmente Rosalinde, la moglie di Eisenstein. Quest’ultimo sotto falso nome e Rosalinde, mascherata da contessa ungherese, si incontrano. Lui non la riconosce e comincia a corteggiarla donandole anche un bellissimo orologio. Ebbri e felici tutti bevono e cantano. All’alba Eisenstein va a costituirsi, ma in prigione il buffo carceriere lo informa che c’è già un Eisenstein in galera. Eisenstein cerca di capire e quando apprende della “visita” di Alfred a sua moglie si infuria, ma Rosalinde fa buon gioco mostrandogli l’orologio donato da lui alla presunta contessa ungherese. Alla fine dunque si farà pace e non resterà che riderci sopra.

Perché vederlo?
Perché è una delle operette più rappresentate e applaudite al mondo.
Per il vivace intreccio della commedia degli equivoci, le irresistibili danze e le meravigliose musiche di Strauss.
Perché la festa mascherata fornisce l’ambientazione ideale per un susseguirsi di equivoci, travestimenti, scambi di persona e burle in un crescendo di situazioni comiche fino allo scioglimento finale in un tripudio di brindisi e canti.

Prezzi
intero 25 euro
ridotto 23 euro
ridotto under 20 12 euro.

280213