carabinieri saronno stazioneSARONNO – “Alcuni scippatori in bicicletta che hanno aggredito una saronnese sono la riprova che la mia proposta di munire il centro e la zona della ferrovie di telecamere , sarebbe stata utile se attuata”: esordisce così Luciano Silighini Garagnani, rappresentante locale dei Fratelli d’Italia.

“Ho chiesto un incontro con l’Amministrazione civica ma questo incontro ancora non è stato fissato per impegni non miei. Telecamere gratuite come in molti paesi del mondo e la microcriminalità sarebbe ridotta. Ma il sindaco Luciano Porro sono certo che avrà ugualmente delle risposte concrete da fornire alla povera signora che è stata quasi derubata ed è finita all’ospedale” sbotta Luciano Silighini.

luciano silighini

“Se a ciò aggiungiamo che proprio nei giorni scorsi tre zingari a bordo di un’auto che era stata usata benchè senza permesso di circolare vagavano beatamente per la città e nel circondario facendo sopralluoghi, direi che la situazione sicurezza sarebbe meglio rivederla da cima a fondo. Noi la nostra ricetta l’abbiamo proposta ed è semplice: maggior presenza delle forze dell’ordine, istituzione del poliziotto di quartiere, uso di telecamere di sorveglianza, controlli maggiori su chi sosta nei pressi della stazione ore e ore senza un reale motivo. Cosa fanno li quelle persone per lo più extracomunitarie? Che lavoro svolgono per vivere? Sono disoccupati? E allora come fanno ad avere il permesso di soggiorno? Non chiediamo regole speciali da stato di polizia ma solo l’attuazione di semplici regole di civiltà. Chi teme le telecamere ha qualcosa da nascondere. Non saranno invasive nella vita dei cittadini, ma verranno usate per individuare chi commette reati. Questa si chiama civiltà , le aggressioni e gli scippi sono inciviltà e chi li difende o non li limita è complice”, conclude l’esponente di Fratelli d’Italia.

280213