marco franchi SARONNO – “E’ con grande dispiacere che apprendo che la giunta guidata dal sindaco Porro è rimasta ferma sulle sue decisioni in merito all’aumento del 30% sulla Tosap rivolta agli ambulanti. Dopo che questa decisione è stata presa in assoluta autonomia senza interpellare i rappresentanti di categoria la giunta di centrosinistra perde un’ulteriore occasione per dimostrarsi attenta e vicina alle problematiche degli ambulanti che stanno attraversando un periodo di maggiori tassazioni e minori fatturati. Sinceramente non mi aspettavo un completo passo indietro con l’eliminazione dell’aumento, ma almeno un tentativo di mediazione accettando lo sconto del 20% per chi optava per il pagamento in unica soluzione. Purtroppo non ci si rende conto che proprio questa categoria può essere d’aiuto all’amministrazione per rivitalizzare la città. Anche se ormai ci sembra difficile, saremo comunque felici se ci sarà un ripensamento”.

E’ la presa di posizione di Marco Franchi, militante Pdl a Saronno e consigliere con delega al Commercio a Gerenzano. “L’amministrazione Porro – sottolinea Franchi – ha poco da vantarsi. E’ quella che fa viaggiare le auto a 30 chilometri all’ora e costringe i cittadini ad anacronistiche domeniche a piedi e poi si ritrova l’aria ugualmente inquinata. E quella che usa i commercianti come un bancomat, che ha applicato le aliquote Imu sulle attività produttive tra le più alte del Varesotto, che voleva far pagare 2 mila euro di cauzione all’anno per il carico scarico nella Zona a traffico limitato come cauzione per ipotetici danni al manto stradale. E’ la stessa che fa cassa con i cittadini, costringendo i residenti della Ztl a un surreale pagamento per il rinnovo dei pass”.