via Brianza Cassina Ferrara (2) SARONNO – Emergono nuovi particolari su quanto accaduto lunedì mattina in via Brianza dove un 84enne è caduto rovinosamente a terra, dopo essere stato colpito da una vettura, procurandosi una frattura alla spalla e diverse escoriazioni al volto. Dai primi accertamenti e dalle testimonianze di alcuni passanti che hanno soccorso l’anziano sembrava che il saronnese fosse stato colpito da un’auto pirata uscita da un parcheggio ma la realtà era decisamente peggiore.

Tutto è iniziato intorno alle 11 quando l’84enne si stata recando, a bordo della propria auto, a trovare la sorella alla casa di riposo Gianetti in via Larga. Ad un tratto una vettura gli ha fatto i fari e si è accostata all’utilitaria condotta dal saronnese. I due uomini a bordo hanno detto all’anziano che, poco prima, con una manovra azzardata lui gli aveva rotto lo specchietto. Non potendo continuare la conversazione in mezzo alla strada hanno così deciso di trovare un posto appartato dove parlare.

Hanno posteggiato entrambe le vetture in via Brianza e l’anziano ha raggiunto l’auto delle sedicenti vittime posteggiata all’inizio dell’arteria periferia. Restando nell’abitacolo i due uomini hanno mostrato all’84enne i resti dello specchietto e poi si sono detti disposti ad accettare un pagamento forfettario di 100 euro “senza stare a coinvolgere le assicurazioni che creano sempre problemi”.

L’anziano ha accettato la proposta ed ha estratto il portafoglio dalla tasca. Stava prendendo una banconota da 100 euro quando il conducente della vettura gli ha strappato il portafoglio e ritirata la mano in auto è partito a tutta velocità. Intuendo di essere stato vittima di un raggiro prima e dello scippo poi l’anziano ha istintivamente cercato di trattenere il portafoglio ma ha finito per perdere l’equilibro ed essere trascinato dalla vettura che poi si è dileguata.

Proprio mentre l’auto dei truffatori si allontanava e l’anziano finiva per terra è sbucata un’auto scura che è sfrecciata a gran velocità verso la via Larga dando la netta sensazione ad alcuni passanti presenti a poca distanza che l’anziano fosse caduto dopo il passaggio della seconda vettura.

A chiarire i contorni della vicenda è stato proprio l’84enne che ieri si è presentato dalle forze dell’ordine dove ha sporto denuncia per il portafoglio rubato ed ha ricapitolato l’accaduto.

07032013

6 Commenti

  1. è dalle premesse che si può decidere come dare risposta alle situazioni.

    ‘tutto tranquillo’ (cit.)

  2. PENSO SUA ARRIVATO IL MOMENTO CHE QUESTA CITTA’ USI LA MANO PESANTE. TROPPE COSE BRUTTE. …TROPPA PAURA…..TROPPI TEPPISTI!

  3. Oh ma trovatevi qualcosa da fare, una partita di calcetto, una ragazza. Fare dell’ironia triste sul l’amministrazione per casi di truffe…fatevi na vita!

    Solidarietá all’anzianomsignore.

  4. Personalmente non ho nulla da dire sull’amministrazione dato che non e’ colpa sua se in Italia i delinwuenti possono fare i delinquenti. NON MI FACCIO SEGHE MENTALI, HO UNA BELLA MOGLIE E UNA STUPENDA FAMIGLIA……DICO SOLO CHE LA DELINQUENZA STA DILAGANDO IN MANIERA PAUROSA ED I FATTI GIORNALIERI SONO PREOCCUPANTI. …..VORREI CHE LA LEGGE VENGA RISPETTATA PER LA TRANQUILLITA’ COMUNE. PICCOLI FUOCHI POSSONO PROVOCARE GRANDI INCENDI. CIAO UN ABBRACCIO!

  5. Mi vorrei capire se c’è un metodo, un’idea, per prevenire le truffe ai danni delle persone, soprattutto gli anziani. Come vengono individuati i potenziali truffatori? Come possono essere fermati? Aspetto qualche proposta, perché io da solo non ci sono arrivato.

    Quello che invece manca è la certezza della pena. È un fatto endemico, in Italia. Anche se ti prendono, dopo poco sei fuori e le pene sono leggere perché condonate, indultate e con un’infinità di condizionali.

    Lega e PdL hanno espresso per anni il ministro degli Interni e della Giustizia. A cosa è servito? Dove sono le leggi severe, restrittive, certe di partiti che a ogni occasione si prodigano in battaglie verbali a favore della sicurezza, anche a Saronno ma non solo?

    Io non ne ho viste.

Comments are closed.