stranoSARONNO – “La Saronno Servizi ha cambiato due presidenti in tre anni e presto il sindaco Luciano Porro dovrà nominare un nuovo numero uno per la fondazione del teatro Pasta. In entrambi i casi ci è stato detto che i dimissionari avevano troppi impegni di lavoro ma la situazione resta poco chiara. O i professionisti scelti dall’Amministrazione non hanno saputo valutare il proprio carico di lavoro o ci sono altre motivazione che non sono state rese pubbliche”. Inizia così la riflessione di Paolo Strano, coordinatore cittadino del Pdl, sulle recenti dimissioni di Lionello Cerri dalla guida del teatro Giuditta Pasta.

“Mi rendo conto che sono anni difficile e che guidare una realtà come la Saronno Servizi o la fondazione del teatro possa essere impegnativo – riprende Strano – ma sinceramente tutte queste dimissioni sono decisamente troppe. Il presidente dell’ex municipalizzata era rimasto in carica per tutta durata della precedente Amministrazione ed anche quello del teatro. Viene spontaneo chiedersi se sotto questi addii non ci sia qualche problema più grave”. Strano conclude con un auspicio:”Spero che il sindaco Luciano Porro faccia chiarezza e che il nuovo presidente venga nominato al più presto”.

15032013

3 Commenti

  1. Dietro il teatro, per come la vedo io, c’è quello che c’era prima: una struttura costosa che grava quasi interamente sulle casse dei saronnesi e che costa 1300 euro al giorno anche quando resta chiusa. Sono cambiati gli attori e l’approccio, ma i problemi sono rimasti grosso modo gli stessi. Strano dovrebbe saperlo bene.

  2. ohibò, 1300 euro al giorno di perdite secche al netto dei biglietti e delle sponsorizzazioni??? se è vero cosa si aspetta a chiuderla???

  3. Direttore, vice direttore, segretarie, vice segretarie, presidente responsabile delle pulizie, vice direttore bon ton, etc…

Comments are closed.