SARONNO – Il freddo e la pioggia che per tutto il pomeriggio hanno imperversato in città non hanno scoraggiato gli attivisti che hanno organizzato un presidio “No Tav”. Alle 15 una dozzina di giovani sono arrivati in piazza Volontari del Sangue dove hanno appeso un cartello con la scritta “Fermiamo le nocività – 23/03 corteo nazionale No Tav“. Obiettivo del presidio e del volantinaggio era infatti quello di stimolare una riflessione e invitare a partecipare al corteo che si terrà in Val Susa  sabato 23 marzo per il quale è stato organizzato un pullman dalla provincia di Varese (per info [email protected] – 0331811662).

Nel corso del pomeriggio, il presidio si è concludo alle 17, è stato distribuito ai passanti un lungo volantino intitolato “Opporsi al Tav e a tutte le devastazioni ambientali” che oltre ad analizzare la situazione del movimento No Tav e delle grandi opere sottolinea “la necessità di agire anche a livello locale”:”Anche noi, qui nel territorio dove viviamo, dobbiamo imparare a metterci di traverso di fronte alla costante e continua svendita del territorio e della salute dei suoi abitanti. Prendendo spunto dalla lotta No Tav organizzazimoci per dire no a tutte le nocività, a tutti i progetti, vecchi e nuovi, che vorrebbero fare di questo territorio un immenso nodo di infrastrutture costringendoci a vivere tra inquinamento e cemento”.

17032013

2 Commenti

  1. SEL Saronno parteciperà all’ iniziativa NO Tav condividendone i motivi. Mi discpiace non aver potuto partecipare al presidio sabato pomeriggio.
    I parlamentari di Sel parteciperanno alla marcia No Tav
    programmata per il 23 marzo da Susa a Bussoleno e chiederanno l’autorizzazione per ispezionare l’attività del cantiere di Chiomonte.
    La decisione è stata presa ieri sera nel corso della riunione dei deputati di Sinistra Ecologia Libertà.

    Su lentiacontatto quesat bellissima lettera di una mamma della Val Susa:
    http://lentiacontatto.wordpress.com/2013/03/10/barbara-scrive-dalla-val-susa/

Comments are closed.