lokomotiv saronnoSARONNO – Dopo la vittoria contro il Cantù il Lokomotiv Saronno è reduce da un’altra eccellenze prestazione fermando la corazzata Rovellasca.

Ecco un dettagliato, e sentito resoconto della partita firmato dal dirigente Simone Mangiafico

Che non fosse una partita come le altre lo si è capito subito dalla presenza massiccia di pubblico “caldo” al C.S. Matteotti. La Lokomotiv Saronno aveva l’occasione di essere la guasta feste del campionato e di riprendersi quei punti solo sfiorati nella partita di andata in campo della squadra comasca. Il Saronno scende in campo carico e concentrato e il pubblico spinge la squadra per centrare l’impresa. Quando l’arbitro, a solo dopo 5 minuti, fischia il fallo su Zona in area di rigore gli applausi fanno da preludio a 2 minuti di silenzio e concentrazione, fino al calcio del “freddo” penality di Tramacere… Saronno avanti 1 a 0.

lokomotiv saronno derby cantù (4)Nonostante il gol la Lokomotiv riesce a tenere basso il Rovellasca, che cerca sempre il tiro verso la porta dei padroni di casa, e su ripartenza segna un meritato 2 a 0 con il suo attaccante più prolifico Zona. A inizio ripresa il Rovellasca accorcia le distanze con un bel gol, ma la compagine biancoazzurra non si scompone e Zona concretizza i tanti gol solo sfiorati nel primo tempo con una nuova pregevole doppietta.

Un 4 a 1 finale che fa impazzire squadra e tifosi e fa capire come il Saronno stia mettendo le basi per costruire una grande potenza calcistica per il prossimo campionato del CSI di Como. Ieri i soli 3 anni di “vita” della Lokomotiv Saronno non si sono visti al cospetto di un colosso come il Rovellasca. Oggi i biancoazzurri possono vantare di aver fermato il Rovellasca, impresa riuscita quest’anno solo al Cimnago (secondo in classifica) e godersi il giorno di riposo concesso dal Mister Concolino in attesa della ripresa degli allenamenti di martedì.

18032013