SARONNO – Con una ventina di minuti di ritardo in sala Vanelli, dopo l’inno si è aperto il consiglio comunale aperto voluto dall’Amministrazione comunale per dare ai cittadini di esprimersi sul Pgt.

Un’ottantina i saronnesi presenti tanti esponenti del mondo politico e della società civile ma soprattutto un nutrito gruppo dell’associazione Attac. Apprezzata la presenza di una delegazione del centro culturale islamico cittadino guidato da Sadok Hammami e di diversi trentenni.

Dopo una breve introduzione sull’organizzazione della serata del presidente Augusto Airoldi ha preso la parola l’assessore all’Urbanistica Giuseppe Campilongo che ha fatto un’excursus sul valore del Pgt e le scelte prese dall’Amministrazione.

Sono state spiegate le principali novità:”Abbiamo cercato di ridurre al minimo il consumo e i dati parlano chiaro: se i dati del precedente piano regolatore prevedevano per la città una crescita fino a 60 mila abitanti. Con le nostre scelte, arriveremo al massimo nella peggiore delle ipotesi che comunque difficilmente si realizzarà a 47 mila residenti. C’è da considerare che in realtà negli ultimi anni siamo cresciuti  di solo 2 mila abitanti”. Inoltre per ridurre “l’impatto delle nuove unità abitatitive è stata prevista una gradualità temporale con cui saranno effettuati gli interventi”.

Campilongo ha sottolineato l’impegno per il verde, con un aumento di quello urbano e agricolo e rivendicato quello speso per la partecipazione: “Gli incontri ci sono stati – ha concluso l’assessore – con tutti i portatori d’interesse, dai politici alle scuole, certo si poteva fare di più ma abbiamo fatto quello che si poteva con il tempo a disposizione”.

21032013

5 Commenti

  1. 47 mila abitanti??? finalmente si verificano i desideri dei democristiani d’antan che teorizzavano la città da 50000 abitanti: si sono bevuti il cervello

      • Mi spiace contraddirLa, ma i 60.000 abitanti erano previsti nella variante generale del PRG del 1998, approvato dall’allora maggioranza di centrosinistra (Sindaco Tettamanzi, Assessore Ferrante). Le mie Amministrazioni non hanno prodotto né il PRG, né il PGT, che derivano da scelte di centro-sinistra, che è l’assoluto protagonista delle scelte fondamentali urbanistiche a Saronno. S’informi, per favore.

    • La differenza? Basta vedere quello che (non) ha fatto da quando è primo cittadino….

Comments are closed.