scaffale alcolici (fonte wikipedia)SARONNO – Ha scelto le migliori bottiglie del punto vendita, le ha messe nella borsa e poi ha cercato di superare la barriera delle casse sperando di riuscire a rimpinguare la propria scorta di alcolici a costo zero. Il suo piano però è fallito: gli addetti alla sicurezza l’hanno fermata e ha dovuto lasciare al punto vendita tutti gli alcolici ed ora rischia di dover comparire davanti all’autorità giudiziaria per rispondere di tentato furto.

Tutto è iniziato qualche giorno fa al supermercato di via Primo Maggio dove la donna, una 26enne di nazionalità romena, è entrata intorno alle 18,30. Ha gironzolato un po’ tra gli scaffali e poi è andata al reparto vini e alcolici. Ha preso 9 bottiglie della sua marca di whisky preferita, un cognac e due pregiate bottiglie di Brunello di Montalcino. Non è stato chiarito se avesse in programma una festa o se dovesse ricostituire la propria scorta o magari quella di bar, quel che è certo è che, cercando di non farsi notare, ha nascosto la refurtiva nella borsa e si è avviata all’uscita.

La sua manovra non è sfuggita la personale di sorveglianza. Gli indizi non mancava: la borsa che all’ingresso nel punto vendita era vuota ed adesso era piena e soprattutto l’atteggiamento guardingo della 26enne. L’addetto alla sicurezza l’ha fermata prima che potesse superare le casse e l’ha trattenuta fino all’arrivo della polizia locale. Gli agenti hanno identificato la donna, che non si è scusata e non ha nemmeno cercato di giustificarsi. E’ stata però collaborativa ed ha subito restituito tutte le bottiglie per un valore complessivo di poco meno di 300 euro.  Ora sarà la direzione del punto vendita che dovrà decidere se sporgere denuncia contro la 26enne.