SARONNO – Una badante stava un poco alla volta derubando la pensionata chiamata ad assistere. I carabinieri della Compagnia di Saronno hanno teso una “trappola” alla badante, un 43enne di Casorate Sempione: la donna, dipendente di una cooperativa, per conto del Comune di Carnago prestava la sua opera come assistente domiciliare, anche a casa della vecchietta, di 78 anni, abitante proprio a Carnago, la cui figlia si era da qualche tempo accorta della sparizione di goie e denaro dall’abitazione.

Capitano Giuseppe Regina maresciallo Nicola Muscettola carabinieri saronno

I militari del capitano Giuseppe Regina, ai quali nei giorni scorsi era stata presentata la denuncia, hanno detto alla figlia di fotocopiare tutte le banconote presenti nella borsa dalla quale erano già stati compiuti dei “prelievi”. Detto fatto, la badante – giovedì scorso – è uscita dall’abitazione ha trovato i tutori dell’ordine ad attenderla: le hanno trovato 50 euro provenienti dalla borsetta.

Non è finita qui: su ammissione della badante i carabinieri hanno scoperto che parte dei gioielli spariti da casa dell’anziana li aveva venduti ad un compraore di Casorate Sempione, ricavando un migliaia di euro. La quarantenne è stata denunciata a piede libero.

260313