CavaterraSARONNO – L’amarezza per l’ennesimo raid che avrà dei costi per la città ma anche la rinnovata disponibilità ad incontrare gli ultras saronnesi “per spiegare quali sono i reali poteri dell’Amministrazione su questo fronte”.

Sono queste le prime reazioni dell’assessore allo Sport Cecilia Cavaterra al raid vandalico del Fronte Ribelle allo stadio comunale Colombo Gianetti dove tra Pasqua e Pasquetta sono comparsi tre nuovi graffiti.

Ecco la dichiarazione dell’assessore Cavaterra

Sono molto dispiaciuta che i tifosi del’Fbc Saronno continuino a manifestare il loro disappunto coprendo di scritte i muri dello stadio e di altri edifici, obbligando così alla rimozione delle stesse a carico della collettività. Non rendono onore alla storia e alla tradizione della loro squadra del cuore. In questo ultimo episodio una frase è indirizzata nei miei confronti attribuendomi una importanza e un potere che non possiedo su tale questione. Io sono sempre disponibile ad incontrarli e provare a spiegare quali sono i limiti della Amministrazione alla ricostituzione dell’Fbc Saronno. Nel frattempo li invito a seguire e sostenere le squadre che attualmente giocano sui campi da calcio cittadini.

Ecco le nuove scritte

2 Commenti

  1. Carissimo assessore, la ringrazio molto per la disponibilità (e la pazienza) sempre dimostrata….per il discorso incontro qualora abbia voglia di leggerlo (ora non riesco a copiarlo qua) la rimando al mio commento nell’articolo della cronaca del fatto.
    Un caro saluto!!!

Comments are closed.