LECCO – “La Società Calcio Lecco rifiuta in maniera categorica e determinata l’etichetta che gli è stata apposta in quanto non ritiene assolutamente giusto né equo che i suoi tifosi siano penalizzati in questa maniera!” E’ scritto nel comunicato emesso dal club calcistico lecchese, in relazione al divieto per i tifosi – disposto dalla prefettura di Varese – di assistere alla gara Caronnese-Lecco in calendario domenica, 7 aprile.

bandiera caronnese

“In occasione della gara Seregno-Lecco, gara per la quale siamo tutt’ora penalizzati, anche i tifosi del Seregno hanno lanciato lacrimogeni in campo durante l’incontro, per poi concludere la serata con il taglio di parecchie gomme delle autovetture targate LC. Ci si domanda: perché al Seregno è stata inflitta una minima multa e alla Calcio Lecco una multa pesante, divieto a Seriate, divieto a Caronno. Quando finirà questa persecuzione? Adesso basta! – prosegue il comunicato del club lacuale – La Calcio Lecco comunica che tramite il suo legale ha preso ulteriori misure, oltre a quelle già adottate, per tutelare l’immagine della società, notevolmente danneggiata dall’insieme di tutti questi provvedimenti ingiusti ed eccessivamente penalizzanti in confronto a quanto accade su altri campi, anche in occasione di situazioni ben più gravi!”

060413