assalto a9 luca bocedi3 SARONNO – Sarà una giornata campale quella di oggi per gli uomini Polizia stradale, della Scientifica, della Squadra mobile di Como e i carabinieri di Turate che dovranno portare avanti le indagini sull’assalto ai portavalori messo a segno lunedì mattina sull’A9.

Se la giornata di ieri è stata dedicata ai rilievi, sui due camion rubati e messi di traverso per bloccare l’autostrada, sulle vetture usate dai 10 malviventi e ritrovate nel casolare a Turate, quella di oggi sarà destinata a rispondere ai primi interrogativi.

Dato per scontato che il piano ha richiesto un’attenta preparazione le forze dell’ordie dovranno chiarire come la banda abbiamo avuto tutte le informazioni necessarie ad organizzare il colpo. Ad esempio su come facessero a sapere che il secondo mezzo era quello civetta e il giorno in cui sarebbe stato realizzato il trasporto.

Diverse le piste al momento al vaglio delle autorità dall’analisi dei dati telefonici della zona, nella speranza di rintracciare qualche chiamata tra i complici. Saranno passati al setaccio anche i mezzi usati per il colpo chissà che analizzando il momento in cui sono stati rubati emergano, magari da circuiti di videosorveglianza, elementi utili all’identificazione dei malviventi che sarebbero di nazionalità italiana.

09042013