UBOLDO – Risultato da record per la “Festa dei nuovi nati”, appena andata in scena a Uboldo: con l’edizione 2013 sono stati raggiunti i 400 alberi piantumati in pochi anni, nel parco pubblico adiacente il centro sportivo di via Manzoni.

“Non una semplice operazione di marketing elettorale, ma anzi è un momento di incontro e di educazione molto importante – fa notare il sindaco, Lorenzo Guzzetti – Di incontro, perché in questo modo la comunità civica accoglie e celebra i suoi “nuovi arrivati” che idealmente iniziano il loro concorso all’edificazione della comunità. Di educazione, perché per noi “fare ambiente” non è sinonimo di bandiere da sventolare, di principi da enunciare comodamente in poltrona o in qualche talk show televisivo per pulirsi la coscienza con assurdi limitazioni della libertà individuale in nome di assurde soluzioni che non risolvono nulla”.

pubblico uboldese-legnano

Prosegue Guzzetti:”Fare ambiente è un impegno, concreto e reale, per la nostra comunità. Fare ambiente significa sfondare oggi il muro delle 400 piante messe a dimora in soli 4 anni di amministrazione. Fare ambiente in questi anni sono state opere concrete, come il parco del Lazzaretto “Luca Ciccioni” recuperato dal degrado e riconsegnato alla comunità dopo esser stato abbandonato al degrado; il “Patto dei sindaci”, firmato a Bruxelles, che ci porterà nel prossimo anno a rifare tutta la pubblica illuminazione; il recupero della Minicava in corso che restituirà alla nostra comunità una ferita aperta tanti anni fa sul nostro territorio; il parco sovracomunale istituito con Cerro Maggiore e Origgio, che preserverà per sempre il nostro patrimonio boschivo; una palestra nuova per la scuola e le associazioni a bassissimo impatto ambientale ed energetico”.

160413