CARONNO PERTUSELLA – “Sui muri del sottopasso pedonale tra via Monte Grappa e corso Italia non rimane che qualche piccola traccia del progetto “Ciclograffiti 2012″ voluto dall’Amministrazione comunale”: a segnalarlo è il consigliere comunale di Lega Nord e “Il domani, oggi”, Daniela Restelli.

Che fa notare:”I graffiti realizzati nello scorso settembre con il patrocinio e il contributo del Comune e di alcuni sponsor della zona sono stati interamente coperti da nuovi disegni e scritte di autori sconosciuti. Eppure, leggendo sui giornali le dichiarazioni rilasciate in quell’occasione dall’assessore Barletta, la rinascita dell’Oltrestazione sarebbe dovuta ripartire da quel progetto! A detta dell’assessore, infatti, far disegnare delle biciclette sui muri avrebbe dovuto rendere i sottopassaggi più sicuri e invitanti, con una loro identità. Inoltre, evocando il piacere di spostarsi e di viaggiare in bicicletta, le immagini avrebbero dovuto incentivare gli abitanti dell’Oltrestazione ad utilizzare questo mezzo”.

Daniela Restelli

Per Restelli “se già non era chiara la logica di far disegnare un soggetto “ciclabile” sui muri di un sottopasso interamente pedonale munito solo di scale, oggi viene anche da chiedersi: la rinascita dell’Oltrestazione è fallita con il progetto? Perché di fallimento purtroppo bisogna parlare. Infatti, che fine ha fatto l’accordo siglato dal Comune con gli autori dei lavori, che dovevano impegnarsi a prendersi cura dei sottopassi affinché non venissero nuovamente imbrattati, vanificando l’iniziativa? Gli accordi presi con questa Amministrazione non valgono nulla? Il tempo impiegato dal Comune per la selezione dei partecipanti, i soldi spesi per il progetto e i contributi degli sponsor sono stati buttati? In realtà per la maggiore sicurezza dei sottopassi sono stati molto più efficaci i controlli delle forze dell’ordine e della Protezione civile, non queste iniziative estemporanee calate in un contesto estraneo alle regole istituzionali come quello dei writers. Bisogna saper controllare il territorio prima di realizzare progetti di questo tipo e l’Amministrazione dà prova di non saperlo fare: i fatti dimostrano che ancora adesso chiunque a Caronno Pertusella viene, imbratta i sottopassi e se ne torna indisturbato. Per incentivare l’utilizzo della bicicletta, forse, non basta dipingerla sui muri, ma occorre realizzare piste ciclabili. I percorsi ciclabili non erano nel programma elettorale dell’Amministrazione? Dove sono? I sottopassi continueranno ad essere liberamente imbrattati? Chi li sistemerà? Da dove ripartirà ora la rinascita del quartiere? L’Oltrestazione attende risposte”.

170413