SARONNO – Addio degrado in piazza De Gasperi: oggi pomeriggio all’una una task forze della cooperativa Ozanam ed Econord hanno eliminato i rifiuti che hanno scatenato la protesta dei saronnesi.

“Abbiamo visto lo sconcerto dei saronnesi – spiegano i responsabili della cooperativa –  e così abbiamo deciso di dare il nostro contribuito”. Sono state riempiti una decina di sacchi con lattine vuote, bottiglie di vino e resti di confezioni di cibo.  La cooperativa si è occupata della pulizia delle zone private mentre l’Econord si è occupata degli spazi comunali. Ma non si sono limitati a pulire sono stati anche eliminati i rami che rendono più difficile arrivare al centro dei cespugli.

Un’iniziativa che anticipa quella dei saronnesi che guidati da Paolo Bocedi avevano intenzione di ripulire la piazza domani mattina che in realtà si mobiliteranno lo stesso: “In ogni caso domani alle 11 saremo presenti in piazza De Gasperi a pulire quello che altri in queste ore lasceranno.  Certamente Sos italia libera festeggia un’altra vittoria”.

Ecco alcune immagini della pulizia

E le condizioni della piazza dopo l’intervento

 

19042013

7 Commenti

  1. Ma non si sarebbe potuto intervenire, con tanta celeritudine, mesi e mesi fa senza arrivare allo sconcio che sino a stamane era sotto gli occhi di tutti?

  2. Ma scusate? Non in vena polemica, ma non aveva già proveduto il sig. Silighini Garagnani (regista, teologo, santo, spazzino) alla pulizia della Piazza? O era la solita citazione quotidiana riguardo al suddetto individuo?

    • …ohhhhh! …ma anch’io pensavo che Silighini Garagnani avesse già provveduto! e invece devo ricredermi sul “fratello d’italia” e considerare che abbia cavalcato l’onda per farsi pubblicità …sarà anche lui già in campagna elettorale come il Paleardi che recupera biciclette nel Lura e poi fa finta di niente se oggi le acque del nostro torrente sono piene di schiuma?

  3. Pulire la piazza dai rifiuti e’ abbastanza semplice ,basta un po’ di buona volontà , eliminare chi sporca e’ un po’ più complicato ,ci sono sempre capannelli di persona ubriache nullafacenti che stazionano regolarmente nella piazza, qui si tratta di ordine pubblico. A chi tocca controllare ?

  4. Anni fa assistetti all’abbandono di un sacchetto dell’immondizia (tovaglioli, lattine vuote, etc) in piazza Libertà da parte di un cittadino straniero; mi feci coraggio e gli chiesi di raccoglierlo, suscitando un serio dibattito tra lui e i suoi amici. Ovviamente lo raccolsero e voglio pensare che la mia richiesta seria ma priva di ‘rabbia’ li indusse a capirne la ragione. Vorrei suggerire quindi di produrre dei cartelli in più lingue, e di posizionare maggiori cestini (con anche la parte per le sigarette spente, vero flagello, cosa che l’assessore Barin ha già programmato). Preso atto che la buona educazione scarseggia, è inutile invocarla in vano: va ripristinata con il buon esempio e regole chiare, perseverando e perseverando nel comunicarle e farle rispettare. (Senza bastoni, magari una bella multa di quelle che non ci si dimentica)

Comments are closed.