SARONNO – Il pronto intervento dell’assessore all’Ambiente Roberto Barin e di Econord ha risolto la prima emergenza ma sarà necessario un intervento più strutturale per evitare che ciclicamente le vie del Matteotti si trasformino in discariche a cielo aperto con sacchetti di rifiuti indifferenziati sparsi qua e là. Si è concluso nel weekend, con queste considerazioni, il probelma rifiuti in via Don Minzoni e via Fratelli Cervi.

Ma andiamo con ordine e partiamo dall’emergenza che nelle ultime ore ha interessato il quartiere più popoloso di Saronno dove da qualche tempo i problemi di gestione della raccolta differenziata sono diventi cronici. Nonostante la modalità di raccolta divisa in frazioni sia in vigore in città da diversi anni, è stato introdotta dall’Amministrazione del sindaco Pierluigi Gilli, ci sono ancora cittadini che non la applicano. Invece di raccogliere in contenitori differenziati la frazione umida, la plastica e il residuo butta ancora tutto insieme in sacchi neri che poi abbandonano lontano dalla propria abitazione. 

Si tratta di rifiuti che vengono conferiti nei modi e nei giorni sbagliati e che quindi Econord non raccoglie. I netturbini posizionano gli avvisi di rifiuti sui sacchi ma nessuno li ritira. Così si accumulano. Venerdì pomeriggio, c’erano almeno 6 cumuli di sacchi in via Don Minzoni e altrettanti in via Fratelli Cervi. Evidente la preoccupazione dei residenti anche perchè con l’arrivo della bella stagione il puzzo che arriva dai sacchi è insopportabile.

A risolvere il problema, nel fine settimana è stato l’assessore all’Ambiente Roberto Barin, che ha chiesto ad Econord di rimuovere i sacchetti:”Ho saputo del problema solo venerdì sera – spiega l’esponente della Giunta Porro – e sono subito intervenuto affinchè fossero rimossi. E’ evidente che si tratta di una situazione che va affrontata non solo con interventi una tantum ma anche in modo più strutturale. Potremmo pensare ad organizzare alcuni incontri per spiegare i principi della raccolta differenziata. Sicuramente è un problema che dobbiamo affrontare e risolvere”.

Ecco come si presentavano le via Don Minzoni e Fratelli Cervi venerdì pomeriggio

6 Commenti

  1. E il Silighini?? Che con proclami, video e fotografie si immolava alla pulizia della città..dov’è??

  2. Secondo me il problema è nato anche dal cambio di sacchetti per il residuo (da neri a trasparenti) come si vede nella foto con il richiamo giallo di Econord posto su pattume!!!

  3. Il vigile di quartiere del Matteotti è presente per dare multe per divieto di sosta davanti al suo ufficio dove cioè si va per una iniezione nella sede della CRI!

  4. Ecco, bravo Barin.
    Spiega ai cittadini del Matteotti come si fa la differenziata. Magari Saronno arriverà all’80% di raccolta ecologica e potremo pagare un po’ meno TARES.

  5. Caro anonimo, che il Silighini Garagnani voglia arrampicarsi da qualche parte..è fuor di dubbio! Ma le critiche da te rivolte sono anche fuori luogo!
    Letizia

  6. …è un lavoro gramo, ma vanno aperti i sacchi per risalire a chi appartengono (lettere, scontrini nominativi ecc…) con un bel multone solamente gli passerebbe la voglia!!!!!!!!!!!!

Comments are closed.