SARONNO – Nonostante il pessimo fine settimana metereologico uno squarcio di azzurro ha illuminato il cielo di Saronno, in via Piave, al numero 110 dove si è svolta la Gran Fiera di Primavera, la festa del 20° compleanno del Villaggio SOS. Numerosa e sentita la partecipazione di famiglie di amici e conoscenti, ma anche molta gente che per la prima volta ha varcato i cancelli dell’attivissima realtà.”Tutti si sono dati da fare – spiega il portavoce Emiro Fresc – in primo luogo gli abitanti del Villaggio che hanno predisposto una serie di bancarelle con i lavoretti preparati dai bambini, le deliziose torte ed i fragranti biscotti, i meravigliosi fiori di stagione, il “truccabimbi” e tante altre iniziative per accogliere con simpatia ed allegria tutti i coraggiosi che hanno sfidato l’intensa e continua pioggia”.

Hanno preso parte ai festeggiamenti i volontari del “Sandalo”, i lupetti scout, i genitori della scuola San Giovanni Bosco, i meravigliosi cuochi della “Regina Pacis”, il mago Frederik, giocolieri, cantanti e suonatori. “E su tutto – continua Fresc – ci sono le parole di chi ha voluto intensamente questo Villaggio, Maria Lattuada, una “piccola donna” come lei stessa si è definita quando don Fabio Verga, a Messa, le ha chiesto di portare la sua testimonianza: “Vent’anni fa abbiamo gettato un piccolo seme” ha detto Maria “ed oggi possiamo ammirare un prorompente albero”.

Insomma un successo che promettono dal Villaggio Sos essere solo un punto di partenza: “Abbiamo già in cantiere una serie di iniziative che terranno viva la città per tutto il 2013 a partire dalla partecipazione alla festa delle associazioni, per passare attraverso alla 24×1 ora, al torneo di calcio da prato, ai momenti culturali, alla musica e al canto”.

Sara Giudici