piazza de Gasperi ritorno degrado bivacco centroSARONNO – “Sono passati pochi giorni, dalle proteste e della segnalazioni eppure tutto è tornato come prima“. E’ il laconico commento che ci ha inviato un residente di piazza De Gasperi.
La piazza, situata in pieno centro storico ma dietro corso Italia e piazza Libertà, era stata al centro di una dura presa di posizione da parte di Paolo Bocedi e di molti residenti per il degrado, a partire dalla spazzatura, che dominava nei sentieri e nelle aree verdi degli spazi comunali.

Sul problema era intervenuto anche Luciano Silighini, raccogliendo diversi sacchi di rifiuti e Antonio Renoldi dell’Ascom cittadina chiedendo un incontro con l’Amministrazione. A ripulire la piazza sono stati gli operai comunali, di Econord e della cooperativa Ozanam la sera prima dell’iniziativa “pulizie di primavera” organizzata da Paolo Bocedi con l’ambasciatore di Uzupis, Gian Paolo Terrone e con il presidente del sodalizio Ape Filippo Germinetti.

Dalla fine della vicenda è passata meno di una settimana, durante la quale il sindaco Luciano Porro ha anche emesso un’ordinanza che vieta il consumo di bevande alcoliche in centro proprio per risolvere problemi di decoro urbano e arriva l’amaro commento dei residenti.

Ecco il testo della mail che ci ha invitato un residente che, pur firmando la missiva, ha chiesto di restare anonimo.

Buongiorno, si potrebbe dire tanto rumore per nulla.
Ecco l’aiuola di piazza De Gasperi come si presenta adesso!
E le assicuro che questo è solo un esempio di molti altri che per motivi d’incolumità non posso fotografare

26042013

4 Commenti

  1. Presenza costante della polizia locale. Il problema comunque ahimé riguarda quasi tutti i comuni in cui la polizia locale di fatto è stata trasformata in personale amministrativo per i vari tagli.

  2. 1) si dimostra l’inutilità dell’ennesima ordinanza
    2) non credo sia possibile avere fisso un agente, anche perchè ci sono altre zone sensibili (tra l’altro dopo le 19 credo ci siano in servizio 2 agenti per tutto il territorio)

    e allora come si fa??? forse un controllo spot dei documenti e allontanamento se non in regola (ma ho parecchi dubbi sulla efficacia)
    Altre maniere ci sarebbero, ma non sono legali 🙂

  3. non ci si può rassegnare che chi si comporta in modo incivile la faccia sempre franca. Basta con questo permissivismo. Parole, parole, occorrono fatti, sempre nel rispetto della legge

Comments are closed.