sergio giannoniSARONNO – Le celebrazioni del 25 aprile si sono conclude da qualche giorno ma Sergio Giannoni, ex candidato sindaco, ha qualche sassolino da togliersi dalle scarpe.

“Sono rimasto assolutamente senza parole dall’appurare – spiega il saronnese – che quest’anno l’Amministrazione non ha posizionato nessun omaggio floreale davanti alla targa di via Caduti Liberazione. Una novità che mi ha lasciato davvero senza parole”. Due le ipotesi formulate da Giannoni: “Inizialmente ho pensato ad una dimenticanza cosa di per sè già grave e poi ho ipotizzato che magari alla base dell’assenza dell’omaggio c’erano i problemi di budget di cui l’Amministrazione parla continuamente”. E conclude:”Qualsiasi siano le motivazioni – conclude il saronnese che abita proprio nelle vicinanze – spero che l’Amministrazione voglia rimediare al più presto. Se il problema sono in fondi sono disposto a dare un contribuito purchè la città ricordi i propri caduti”.

30042013

7 Commenti

  1. beh potrebbero provvedere i privati di tasca propria se ci tengono così tanto e la considerano una dimenticanza così grave 🙂

    • Di tasca nostra? Anche per queste cose? Abbia il coraggio di firmarsi se deve dire certe stupidagini.
      E MENO MALE CHE NON SI FIRMA FORZA NUOVA NAZIONALE!!!

      • cambierebbe così tanto se mi firmassi?
        Lei si è firmato? Per me lei si potrebbe chiamare Simone come Pincopallino, cosa ne so se davvero è Simone?
        Non mi sono firmato come forza nuova nazionale in quanto le idee del da lei citato partito mi fanno venire un po’ l’orticaria….

        ps: stupidaggini con 2 G 🙂

  2. il signor Giannoni è meglio che la smetta di frignare su cose inutili e che vada in pensione una volta per sempre

  3. io non conosco Giannoni, in ogni caso il suo intervento è giusto. Anch’io mi sono stupito della mancanza della corona. La questione è più importante di quanto si possa pensare: fra pochi anni, venuti a mancare anche gli ultimi testimoni del periodo, tutto andrà nel dimenticatoio, come siamo usi a fare noi italiani dalla memoria corta. Allora niente più 25 aprile, commemorazioni e via discorrendo, passando sopra a quanti hanno dato la vita per la nostra libertà. Io non ho vissuto quegli anni, essendo nato a metà degli anni ’50, ma noi tutti ogni tanto dobbiamo fermarci a pensare, e non è retorica.

  4. Da cittadino estraneo alla politica dico che mi dispiace questa dimenticanza, mi imbarazza ancora di più il commento di Sinistra Nazionale.

    • il mio commento non era assolutamente ironico o cattivo. Chi vuole commemorare i propri morti lo può fare tutto l’anno con fiori o altre celebrazioni…io al vostro posto lo avrei fatto davvero in assenza del Comune!!! Se è imbarazzato dal fatto che ci siano persone che come me non considerino il 25 aprile una ricorrenza da festeggiare beh si consoli….forse sono l’unico a scriverlo ma vedendo la partecipazione della città alle celebrazioni (da anni su una città di 40 mila abitanti ci saranno 300 persone al corteo ad essere molto generosi con i numeri) non mi sembra che la cittadinanza sia così emotivamente coinvolta in questa ricorrenza….

      ps: lei ha partecipato al corteo? 🙂

Comments are closed.