SARONNO – Centosessanta figuranti, due sfilate, decine di mezzi d’epoca e un treno a vapore: sono questi i numeri dell’eccezionale edizione 2013 di “Saronno una volta” la rievocazione storica che ogni anno regala ai saronnesi un tuffo nel passato.

Il tema di quest’anno è “Nella festa e nel lavoro. Riti, cerimonie e tradizioni”. Dopo aver esporato i viaggi d’inizio Novecento quest’anno ai sodalizi saronnesi è stato chiesto di riportare in vita cadenze sociali, religiose e civili che segnavano il passare del tempo e quindi le fasi della vita, dei giorni di lavoro e di quelli di festa. La rievocazione si aprirà in stazione con l’arrivo al primo binario di un treno a vapore messo a disposizione da Trenord. I figuranti, 160 quest’anno saliranno in treno a Garbagnate e arriveranno allo scalo centrale per le 11,30.

In piazza Cadorna passeranno su mezzi d’epoca, dal Tramway trainato da cavalli alle auto storiche ed attraverseranno in centro fino in piazza Libertà.

La sfilata, con un percorso decisamente più lungo, sarà riproposta anche alle 15 e sarà seguita dalla premiazione dei figuranti più rappresentativi scelti da una giuria di esperti.

I costumi indossati dai figuranti sono stati realizzati anche grazie al fondo di abiti ed oggetti storici realizzato quest’anno dal Comune con l’aiuto dei cittadini che hanno messo a disposizione vestiti di una volta e oggetti dei nonni. Preziosissimo il contributo di sarte e appassionate di cucito che hanno adattato i costumi ai figuranti, saronnesi di tutte le età dai bimbi agli anziani.

Ecco alcune immagini dell’edizione 2012

04052013