SARONNO – Tanti mesi di studio e di lavoro durante l’anno, un’accurata ricerca storica, un pizzico di fantasia, tanta voglia di stupire i propri concittadini e una massiccia dove di energia e di entusiasmo quando si “viaggia nel tempo”: sono questi gli ingredienti che hanno contribuito a rinnovare, per il sesto anno, la magia di “Saronno, una volta” la rievocazione storica che porta la città degli amaretti ad inizio secolo.

Domenica, da quando il treno a vapore ha portato in centro i 160 figuranti in abiti d’inizio Novecento, gli applausi, gli “oohhhhhh” hanno riempito la città. A testimoniare l’ammirazione del pubblico per auto, mezzi, costumi e situazione d’epoca anche de centinaia di persone che si sono accalcate per seguire la prima e la seconda sfilata e che hanno voluto a tutti i costi immortalare i figuranti con il telefonino e la macchina fotografica.

L’arduo compito di scegliere il gruppo migliore è stato svolto alla giuria tecnica che ha assegnato con il primo premio al gruppo della Casa di Pronta Accoglienza con il “Pic nic delle signore in gita”. Al secondo posto il “Dopo lavoro all’osteria del Giordano” presentato dagli “Amici della Cassina” e sul terzo gradino del podio l’Unitre con i figuranti della “Compagnia teatrale in Scena al Silvio Pellico nel 1913” . Un premio speciale, offerto da “La Settimana” al miglior figurante, è stato assegnato al “Signore con cilindro e mantello” del gruppo “Quater pass in corso” della Società storica.

Per rivivere la magia della rievocazione storica ecco il nostro video racconto e le nostre gallery fotografiche che raccontano meglio di qualsiasi parola il risultato del lavoro delle associazioni e dell’ufficio cultura di Saronno.

L’arrivo del treno

La sfilata

Figuranti in piazza

Tutti insieme per la foto di gruppo

2 Commenti

  1. Desidero precisare che il “SIGNORE COL CILINDRO E MANTELLO” con le figuranti, è dell’associazione IL CAMINETTO (premiato da La Settimana)) mentre l’auto e le moto sono iniziativa della Società Storica Saronnese: per l’occasione un ottimo gemellaggio.

Comments are closed.