SARONNO – Disoccupati arrabbiati, hanno realizzato nella notte una gigantesca scritta all’incrocio fra via Don Minzoni e via Amendola, all’entrata del rione Matteotti, sulla recinzione del cantiere di un complesso d’edilizia popolare. Davvero impossibile non vederla, ieri mattina e così è ben presto iniziato il “pellegrinaggio” dei residenti della zona, accorsi per curiosare; ed a loro si sono presto uniti carabinieri e polizia locale, arrivati per un sopralluogo e per fotografare “l’opera” dei graffittari.

Una scritta con la vernice rossa, un paio di parole dure contro il sindaco Luciano Porro, il vicesindaco Valeria Valioni e gli “assistenti sociali”, e poi un lungo “Saronno come Roma ladrona, la disperazione dei disoccupati ricade sulle vostre teste”.

Il Comune presenterà denuncia contro ignoti (nessuna ha visto nulla) e nel pomeriggio ha inviato una squadra di operai comunali per provvedere alla cancellazione.

Il blitz dei writers è avvenuto a pochi metri dal nuovo edificio dell’Aler inaugurato nei giorni scorsi, con l’assegnazione di numerose case popolari.

070513

4 Commenti

  1. magari questi stessi disoccupati disperati hanno sempre votato silvio e la lega. quindi se la prendano con loro, il comune deve pagare i debiti lasciati dalla passata gestione e deve lottare con i tagli fatti da chi ha governato per 5 anni.

    • Ma chi te l’ha detto? ne sei sicuro?… o forse credi a quelli che per giustificare le loro incapacità fanno ricadere SEMPRE le colpe sugli altri?
      Pensaci…..

  2. ho visto la scritta, a parte il fatto che dava l’impressione di essere l’opera di persone un po confuse: Roma ladrona accostata a Saronno, Porro e Valioni insieme agli assistenti sociali accusati di chissachecosa e un finale con” interdetti e incapaci”, che non si capisce bene a chi è rivolto; mi sembra pedante e lagnoso lo spirito con cui in fretta e furia vengono coperte le scritte (non sono stati tolti i tabelloni elettorali, perchè i dipendenti sono pochi e poi si coprono con velocità inaudita delle scritte solo perchè è stato citato il Sindaco) , mi sembra inoltre spropositata la denuncia e tutte quelle foto, come se fossimo di fronte a qualche grave reato, “interdetti e incapaci” non mi pare un insulto ed -imbrattare- una staccionata non mi pare nemmeno così grave ! mah !!

  3. ….ma nessuno ha visto le scritte in via Milano? e via S. Cristoforo, c.so Italia, parco degli Alpini, via don Monza…ecc. ecc.?

Comments are closed.