CARONNO PERTUSELLA – Rimasto senza benzina con la Fiat 500 rubata, non la voleva abbandonare per la strada eq uindi ha chiesto ad un amico di trainarla: a mezzanotte dell’altro giorno una pattuglia dei carabinieri del comando caronnese, in servizio di pattugliamento in via Monte Rosso a Caronno Pertusella, verso la zona industriale al confine con Cesate, si è dunque imbattuta nell’insolita scena.

fiat 500

Appena i militari si sono avvicinati l’uomo al volante del veicolo che trainava la 500 ha pigiato a più non posso sull’accelleratore, tentando una improbabile fuga. Il cavo s’è rotto ma non ha fatto molta strada. L’altro, l’amico, ha cercato a sua volta di allontanarsi a piedi ma anche lui è stato preso. Si tratta di due disoccupati, un 44enne di Cogliate, ed un 49enne caronnese. Il cogliatese era quello alla guida del mezzo che aveva agganciato al cavo la 500.

Rapidamente si è chiarito il motivo della loro fretta: la 500 era di provenienza furtiva, era stata rubata il 5 aprile. La proprietaria è una impiegata di 37 anni abitante a Cesate. Sulla Fiat, che era senza carburante, sono stati trovati arnesi da scasso. I due amici sono stati denunciati per concorso in ricettazione dell’utilitaria e per il porto di arnesi da scasso, che sono stati sequestrati. Non è chiaro dove fossero diretti ed il motivo della presenza dei grimaldelli nella 500. Il mezzo è stato già restituito alla legittima proprietaria.

100513