carabinieri caronno pertusella granatieroCARONNO PERTUSELLA – Si sono nascosti nei pressi di un locale notturno ed hanno atteso che qualche incauta ragazza lasciasse in auto la borsetta per rubarla mandando in frantumi, con un martelletto frangivetro, i finestrini della vettura. Sono riusciti a mettere a segno due colpi senza essere visti ma sono stati sorpresi dai carabinieri mentre si spartivano il bottino.

I protagonisti di quest’episodi, avvenuto sabato sera, sono tre ragazzi di Senago, un 23enne, un 21enne ed un 18enne, i primi due studenti il terzo disoccupato, che hanno finito per essere trasferiti al carcere di Busto Arsizio con l’accusa di furto aggravato in concorso.

A “fregare” i tre novelli topi d’auto la sosta nel parcheggio di un supermercato in via Bergamo dove probabilmente avevano intenzione di dividersi la refurtiva. La Fiat Punto con la luce dell’abitacolo accesa ha attirato l’attenzione di una pattuglia di carabinieri che ha deciso di effettuare un controllo.

Mentre i militari controllavano i documenti della vettura e del conducente hanno notato che il ragazzo seduto sul sedile posteriore, il 18enne, nascondeva un portafoglio da donna sotto uno zainetto che aveva accanto a sè. Insospettiti, anche dal nervosismo dei tre compaesani, hanno deciso di perquisire la vettura trovando due borse da donna con i portafogli e gli effetti personali di una una 26enne residente nel pavese e una 20enne di Settimo Milanese.

I tre ragazzi hanno cercato di fornire una spiegazione ma le mani pieni di taglietti ancora sanguinanti del 23enne e il martelletto per vetri trovato sotto il sedile anteriore non gli hanno lasciato speranza tanto che hanno ben presto capitolato.

Semplice la ricostruzione della serata: i ragazzi si sono appostati verso le 22 in via dell’Artigianato in attesa che arrivassero a parcheggiare gli avventori dei locali notturni della zona. Sono rimasti nell’ombra fino a quando non hanno visto due ragazze lasciare in altrettante auto, una Golf Volkswagen e una Toyota Corolla, le proprie borse. Così appena i proprietari delle auto sono spariti all’orizzonte sono entrati in azione. Hanno sfondato con il martelletto il finestrino posteriore destro della Corolla e hanno preso la borsa nascosta sotto il sedile anteriore poi si sono dedicati alla Golf. In questo caso hanno dovuto rompere entrambi i vetri laterali destri perchè la borsa, di Louis Vuitton del valore di oltre 700 euro, era nascosta nel bagagliaio. Per raggiungerla hanno abbassato il sedile posteriore.

Ultimata la razzia sono saliti sulla propria auto e si sono allontanati. Si sono fermati al parcheggio di via Bergamo, forse per spartirsi il bottino ed è stato lì che sono stati fermati dai carabinieri.

Rintracciati dai carabinieri i proprietari delle auto e quelle delle borsette si sono presentati in caserma per sporgere denuncia. Mentre portafogli e borse venivano restituiti alle ragazze i tre senaghesi venivano trasferiti al carcere circondariale di Busto Arsizio.

14052013