Home Primo piano Santo:”Abbiamo rispettato il Patto di stabilità ma per la città è stato...

Santo:”Abbiamo rispettato il Patto di stabilità ma per la città è stato un bagno di sangue”

33
2

Mario Santo SARONNO – “Anche quello di quest’anno è stato un bilancio difficile da chiudere i legacci del patto di stabilità hanno stretto l’Amministrazione in una morsa rendendo difficile mantenere anche i servizi ai cittadini. Siamo riusciti a far quadrare i conti preservando i servizi sociali che abbiamo potuto mantenere allo stesso livello anche grazie alla contrazione delle spese”.

Ha iniziato con questa considerazione la propria presentazione del consuntivo 2012 l’assessore al Bilancio Mario Santo. “La situazione della città sarebbe positiva se non fosse che ogni anno dobbiamo contribuire al rimborso e al contenimento debito nazionale. Una forzatura che ci porta dall’equilibrio al disavanzo. Abbiamo pienamente rispettato il Patto di stabilità ma questo ha provocato un “bagno di sangue” per tutta la città dall’Amministrazione, alle famiglie, dalle imprese alle associazioni”.

Entrate correnti
Rispetto al 2011 sono aumentate di un milione 400 mila euro le entrate tributarie e diminuiti di 587 i trasferimenti. Tenendo anche conto delle entrate extratributarie il consuntivo si chiude con 29,8 milioni di entrate correnti contro i 30,1 del 2011.

Entrando nello specifico la quota di Ici/Imu è passata da 4,9 milioni a 10,136 con un incremento di 5,1 milioni, la Tarsu ha fatto registrare incassi sostanzialmente invariati ( – 4 mila euro), l’addizionale Irpef è salita di 344 euro, passando da 1,8 milioni a 2,7. Complessivamente nel 2012 le entrate tributarie sono state di 21,7 milioni di euro

I trasferimenti sono tutti in calo: quelli statali di 246 mila euro (da 649 mila euro a 403) e quelli regionali di 230 mila (da 1,6 milioni a 1,4 milioni). In diminuzione anche le sanzioni da codice della strada passate da 2 milioni a 1,2 con uno scostamento di 826 mila euro.

Dal 2009 al 2012 le entrate tributarie sono passate da 14.4 milioni a 17,8 con un incremento in 4 anni di 3,4 milioni mentre nello stesso periodo i trasferimenti statali sono scesi di 4,7 milioni passando dai 10,5 del 2009 ai 5,8 del 2012

Spese correnti
“Siamo riusciti a risparmiare ancora sulla spesa corrente – ha spiegato l’assessore Santo – nel municipiobilancio 2012 siamo arrivati a 28,3 milioni contro i 29,5 dell’anno precedente con una minor spesa di 1,2 milioni”. Nel dettagli si sono ridotti i costi del personale 5% (da 8,7 milioni del bilancio 2011 a 8,3 del consultivo 2012), per l’acquisto di beni 18,89% e per interessi passivi 11,14%. Il trend storico è in calo: dai 30,2 milioni del 2009 ai 27,6 del 2012 con una differenza di 2,6 milioni.

Gli investimenti
Questa è la nota dolente: avevamo messo a preventivo entrate per investimenti 7 milioni ma in realtà ne sono arrivati solo 3,9. Abbiamo dovuto accendere un mutuo da 1,5 milioni per uno stabile al Matteotti nell’ambito del progetto di quartiere”. Complessivamente erano state messe a preventivo risorse (entrate più mutui) per 10,2 milioni ma nel consultivo ci si ferma da 5,4 di cui 5,06 impegnate.

Avanzo
“L’avanzo ossia tutto quello che c’è in cassa + tutti crediti – tutti debiti nel 2012 – rimarca Santo – è di 470 mila euro. Vuol dire che c’è un equilibrio nella gestione dell’Amministrazione e che avremo anche I mezzi per pagare in caso di necessità”

Patto di stabilità
Da previsionale per il 2012 l’obiettivo del patto era di 2,9 milioni meno il contributo patto regionale di 619 mila euro e 27 mila euro di riduzione obiettivo di arriva 2,3 milioni raggiunti a pieno dall’Amministrazione..

Il bilancio è stato approvato dai 17 consiglieri della maggioranza presenti alla fine della seduta con voto contrario degli 11 della minoranza. A seguire un resoconto del dibattito con consultivo con i cittadini e con i consiglieri comunali.

2 Commenti

  1. gli interventi dei cittadini presenti al consiglio comunale aperto di ieri hanno tutti evidenziato il comportamento della maggioranza di governo che NEGA ai cittadini il DIRITTO di conoscere come siano stati spesi i SOLDI DEI CITTADINI – ovviamente a tali interventi non verrà dato alcun seguito perché il bilancio 2012 è stato approvato e perché anche una informazione tardiva non è concepibile dal sindaco e dalla giunta, devoti al dogma della opacità e del segreto – Saronno 7 resta il palcoscenico esclusivo e sterile della maggioranza di governo che, mancando volontà e fantasia, non ce la fa neanche a pagare qualche spazio di pubblicità per comunicare con i cittadini su temi tanto importanti come il bilancio – la miserabile partecipazione dei cittadini saronnesi alla vita pubblica della loro città, è l’unico alibi per il comportamento di questa amministrazione, ma rappresenta anche un suo clamoroso fallimento – patetico e sterile il ruolo dell’opposizione che, pur avendo avuto tutto il tempo di approfondire i contenuti del bilancio 2012 e di informare i cittadini , colpevolmente non lo ha fatto – la storia della Saronno democratica, grazie alla amministrazione Porro, si arricchisce di un nuovo capitolo di SISTEMATICA NEGAZIONE DEI DIRITTI DEI CITTADINI, ALLA TRASPARENZA E ALLA INFORMAZIONE – al sindaco Porro ed alla sua giunta una sola preghiera : basta prediche, autocelebrazioni ed esercizi letterari, scrivete su Saronno 7 o dove volete, il più chiaramente e dettagliatamente possibile, come sono stati spesi e come verranno spesi i soldi dei contribuenti – alla Stampa una richiesta urgente : aprite le vostre pagine al contributo dei cittadini, non accontentatevi e non compiacetevi solo delle notizie da chi ha in pugno la cosa pubblica !

  2. Caro Fusè,
    ci fosse un solo cittadino che si sia rivolto in questi anni ai consiglieri di opposizione della Lega Nord chiedendo informazioni in merito a qualsiasi argomento amministrativo, proponendosi magari di collaborare per analizzare l’enorme mole di documenti ed atti deliberativi prodotti dalla macchina comunale.
    Al massimo siamo stati contattati per problemi di sicurezza (che prontamente esterniamo con azioni e comunicazioni) e problemi personali di lavoro.
    E per la cronaca solo la Lega Nord si è presa in questi anni di amministrazione Porro l’onere di pubblicare sul proprio sito web i documenti del Bilancio per fornire un servizio al cittadino.
    Vi è prova di questa affermazione sulla stampa e persino nei verbali del consiglio comunale.
    Noi restiamo sempre a disposizione dei cittadini saronnesi per ascoltare e dialogare.
    Già sabato prossimo, 18/5, nel pomeriggio dalle 15 alle 18 in Piazza Volontari del Sangue potremo parlarne al nostro gazebo.

Comments are closed.