UBOLDO – E’ stato ufficialmente approvato il Plis: il Parco sovracomunale, con Origgio e Cerro Maggiore, è stato varato nei giorni scorsi tramite la votazione del consiglio comunale.

lorenzo Guzzetti

“Abbiamo centrato un nuovo obiettivo del nostro programma elettorale: la realizzazione del parco locale di interesse sovracomunale, Plis, che abbiamo chiamato “Parco dei mughetti” – riepiloga il sindaco uboldese, Lorenzo Guzzetti – Anche questo è un obiettivo importante per la nostra amministrazione e, a maggior ragione, mi sembra doveroso ringraziare Matteo Pizzi, assessore all’ambiente, ed Ercole Galli, assessore ai servizi sociali e grandissimo appassionato della tematica ambientale, per l’impegno profuso in questi anni”.

Prosegue Guzzetti:”E’ un successo per il quale avevamo speso la parola nel 2009 e che oggi con tanto orgoglio presentiamo alla nostra comunità che rientra in una buona politica ambientale per la quale si è lavorato tanto in questi anni. Oltre alle quasi 500 piante messe a dimora, oltre una politica attiva dal punto di vista energetico, come alla palestra “Giulio Galli”, oltre a un’attenzione per ciò che esisteva già sul territorio, come al Parco del Lazzaretto “Luca Ciccioni”; il Plis sancisce un’attenzione particolare per il patrimonio boschivo uboldese che per noi è inestimabile. Con il Plis tramandiamo alle prossime generazioni una comunità altamente orientata all’attenzione per la tematica ambientale ed ecologica e, d’altro canto, diamo un chiaro segnale anche in vista dell’imminente adozione del Piano di governo del territoriodi quale sarà la strategia urbanistica nei prossimi anni per Uboldo”.

Conclude il primo cittadino:”Inorgoglisce, infine, che il logo del parco sia stato ideato e realizzato da un nostro bambino uboldese di quinta elementare che ha partecipato al concorso tra scuole ed è risultato colui che ha interpretato meglio l’idea di Plis. Per chi, anche in tempi non sospetti, è stato accusato di scarsa attenzione e sensibilità nei confronti di queste tematiche credo che sia, come sempre, la miglior risposta: i fatti”.

200513