SARONNO – Dopo quanto accaduto nel mese di marzo con diverse vetture prese di mira nella notte da ladri e vandali i saronnesi tornano a segnali altri episodi.

Il primo, e forse il più grave, risale alla notte tra mercoledì e giovedì quando qualcuno si è accanito contro una Mercedes posteggiata in via Sabotino nel cuore del quartiere Matteotti.

I vandali, è probabile visti i danni che ad agire siano state più persone hanno innazitutto strappato le targhe, sia quella anteriore sia quella posteriore. Poi armati di un oggetto appuntito forse una chiave o un rompighiaccio hanno rigato l’intera carrozzeria. I vandali non si sono risparmiati: hanno inciso delle stelle stilizzate sulle portiere del lato guida, delle onde dalla parte del passeggero e altri scarabocchi sul cofano e sul bagagliaio.
Attonito il proprietario quando la mattina uscendo di casa ha trovato l’auto non solo rovinata ma anche inutilizzabile visto che essendo state rubate le targhe dovrà rimmatricolarla.

Non meno difficile la situazione del 40enne saronnese che uscendo di casa per andare al lavoro non ha più trovato la propria auto lasciata in sosta vicino alla propria abitazione in via Vecchia per Ceriano. Era un fuoristrada Hyundai Galloper che aveva lasciato in sosta regolarmente chiusa a chiave.

Sempre nella stessa arteria alla periferia cittadina, qualche giorno prima era stata presa di mira una . Nottetempo qualcuno aveva forzato la serratura dal lato conducente senza però riuscire ad entrare o a portare via nulla di valore.

25052013