SARONNO – Gli avvocati di Luino si sono mobilitati per salvare il “loro” tribunale e tutti quelli a rischio, come quello di Saronno, che vanno incontro alla chiusura in nome della riorganizzazione degli uffici giudiziari, con lo smantellamento di tutte le sedi distaccate, voluto dall’allora Governo Monti e che dovrebbe realizzarsi dopo l’estate.

tribunale bandiere sgualcite (2)

I legali del Luinese hanno dunque nei giorni scorsi aderiranno in massa allo sciopero indetto dall’Organizzazione unitaria dell’Avvocatura, proprio contro la riforma della geografia giudiziaria ritenuta palesemente contraria agli interessi del territorio e delle popolazioni ivi residenti.

Vicenda analoga, quella di Luino rispetto a Saronno; per entrambi i distaccamenti la chiusura è prevista il 13 settembre.

“Siamo contenti che anche gli avvocati di Varese hanno aderito allo sciopero – ha dichiarato l’avvocato Simona Ronchi, tra l’altro consigliere comunale a Luino – Una solidarietà che in precedenza non avevamo avuto. La speranza è che il Governo sospenda gli effetti della riforma allo scopo di studiare soluzioni migliorative”. Posizioni sulle quali sono anche i legali che operano nel Saronnese.

040613