SARONNO – Parco pubblico dell’Aquilone sotto “assedio”: nei fine settimana è il luogo di ritrovo preferito dei sudamericani della zona ed i residenti nella zona si lamentano.

16042013 Silighini pulisce piazza De Gasperi (7)

“La situazione del quartiere Aquilone ci era già stata segnalata tramite alcune mail ricevute dai residenti a cui noi, a differenza del sindaco Luciano Porro che invita a contattarlo e poi non risponde, abbiamo reagito con una mobilitazione che ripeteremo ancora. Al fianco di uno storico residente del quartiere, nei giorni scorsi abbiamo raccolto bottiglie e residui alimentari come avevamo già fatto in piazza De Gasperi – riepiloga Luciano Silighini Garagnani di Fratelli d’Italia – Ora ci segnalano che i “banchetti” a base di birra vengono effettuati anche nei giorni feriali, per questo motivo torneremo in zona Aquilone con alcuni sacchetti che poi consegneremo in Comune chiedendo al sindaco l’incontro che ormai sollecito da mesi”.

100613

6 Commenti

  1. Si potrebbe costituire un’associazione apolitica di cittadini che si occupi della pulizia straordinaria di questi luoghi ‘di ritrovo’; i fondi potrebbero essere raccolti aprendo un conto ad hoc in cui i cittadini potranno versare il proprio contributo… Non è anche questa un’idea grandiosa?? 😛
    poi segnalo che sempre più spesso si ritrovano deiezioni canine sui marciapiedi: un’associazione anche per questo problema?

  2. …ma il Silighini non era convalescente con 10 giorni di prognosi?
    … e me lo ritrovo invece già così attivo e in forma. Buon per lui e già che c’è potrebbe anche occuparsi del parchetto in Piazza Unità d’Italia, tutti i giorni dopo le 17,00 è occupato stabilmente da “ospiti” nullafacenti che consumano alcolici strafregandosene altamente dell’ordinanza emessa dal Luciano con la fascia tricolore.
    …o forse di questa zona, trovandosi vicina la centro, se ne occuperanno poi i Giovani Socialisti appena finite di rimuovere le scritte sui muri?
    MAH!

  3. ma che stupida ironia da parte di colui che si firma “il Saronnese”. Di quello che fa il sig. Silighini non me ne importa nulla. Sta di fatto che la nostra amata Saronno sta peggiorando ogni giorno. Mi auguro che il sig. Sindaco e l’Assessore alla Sicurezza non la pensino come “il Saronnese”, altrimenti avremo una città piena di degrado, sporga (già lo è) piena di ospiti nullafacenti, muri imbrattati dalle scritte più stupide che rendono il centro di Saronno vergognoso.
    Se oltre agli incivili, apprezzati dal Saronnese, aggiungiamo l’incuria da parte del Comune, vedi strade piene di buche, marciapiedi impercorribili, ecc…E’ mai possibile che nelle città vicine Busto, Legnano, Gallarate si respira un altro clima di educazione e di civiltà e soprattutto nel far rispettare da chi di dovere le regole civili

  4. …evidentemente caro Ago forse definisci i mie commenti stupida ironia,poichè probabilmente ti sei perso qualche puntata precedente e ti sei accorto solo che esiste ironia. Ti invito pertanto a rileggere i miei interventi alle varie notizie, …comincia pure da quella in cui il sindaco affermava di dar addio alla lettura di questo giornale on line forse consigliato dall’Assessore alla Sicurezza: …di fatto più volte ho lanciato da queste pagine il monito di un semplicissimo cittadino saronnese (.. da qui Il Saronnese come nickname) affermando e consolidando le tue stesse posizioni (…e per tua informazione sono io il primo a NON apprezzare gli incivili e smentisco ovviamente la tua affermazione a tale riguardo). Concludo solo ribadendo che le miei posizioni circa l’argomento sono diammetralemnete opposte a quelle dei due esponanti politici che menzioni …credo sia identiche alle tue, solo che dopo aver segnalato personalmente alla Polizia Locale, inviato mail agli uffici comunali preposti (loro risposta che interverranno quando ci sarà copertura finanziaria), investito personaggi che fanno politica a Saronno di tali problematiche e non solo, ho dovuto tristemente considerare che il “nulla” è stato fatto e in preda alla rassegnazione stavo anche quasi pensando a questo punto di “far spallucce” e dir non è un problema mio. Ma questo atteggiamento mi ha dato ancor più sconforto, fino al momento in cui da un passaparola avuto durante uno struscio in centro, man detto che esisteva questo nuovo giornale e visto che la brava Sara Giudici (della quale avevo sentito parlare e forse intravista un paio di volte con un mio amico fotoreporter) ha dato la possibilità di commentare le news di Saronno, ho ritenuto di poter utilizzare anche questo strumento per evidenziare i problemi che affliggono Saronno …dal punto di vista di un semplice cittadino, nato e cresciuto a Saronno, che vive a Saronno che vorrebbe continuare a vivere a Saronno: ma non in questa Saronno, quella che tutti han sotto gli occhi, perchè il modello di Città che vorrei non è utopia, come anche tu Ago hai potuto considerare, …basta spostarsi di pochi Km e si respira altro clima di educazione, di civiltà …di tutto!
    E concludo, ….dopo tutto questo percorso fatto, adesso non mi resta che l’ironia, che a volte fa più male di una segnalazione, di una lamentela che si scontra con il “muro di gomma” che il Sindaco e la Giunta che regge Saronno ha posto …per Paritito preso …tra sè e i cittadini.
    Detto ciò, converrai adesso, che forse non è un azzardo affermare che abbiam parecchie idee in comune.

  5. Ti ringrazio “Il Saronnese” per la tua lunga ma apprezzata risposta. Concordo con te, nell’affermare la sordità o meglio la cecità dei nostri Amministratori. L’unica speranza è che siano in tanti come noi ad esprimere le loro idee e perché no anche le critiche chi ci governa. Si dice che la speranza sia l’ultima a morire, ebbene voglio essere fiducioso di rivedere una Saronno più vivibile e bella

  6. Ti ringrazio “Il Saronnese” per la tua lunga ma apprezzata risposta. Concordo con te, nell’affermare la sordità o meglio la cecità dei nostri Amministratori. L’unica speranza è che siano in tanti come noi ad esprimere le loro idee e perché no anche le critiche a chi ci governa. Si dice che la speranza sia l’ultima a morire, ebbene voglio essere fiducioso di rivedere una Saronno più vivibile e bella

Comments are closed.