Sluciano porro sindaco (7)ARONNO – Porro bacchetta il consigliere regionale Fabio Rizzi per l’assenza all’incontro del 6 giugno sull’ospedale di Saronno e rimarca “come anche la Lega Nord riconosca che “la precedente Giunta Regionale di centro destra, con Assessore alla Sanità Bresciani, anch’egli della Lega Nord, ci ha lasciato l’Ospedale di Saronno in situazione “di grave crisi e depauperamento di funzioni”. Questi i principali spunti del commento del primo cittadino inviato nelle ultime ore.

Ecco il testo integrale:

In questi giorni leggiamo sulla stampa una serie di comunicati, rilasciati da alcune forze politiche, a seguito della riunione convocata dall’ Amministrazione Comunale sui problemi dell’Ospedale di Saronno e tenutasi giovedì 6 giungo. All’incontro erano stati invitati i Sindaci del territorio, i componenti della Commissione Ospedale del Comune di Saronno e il Presidente della Commissione Regionale alla Sanità Fabio Rizzi, risultato poi assente per impegni politici (era a Roma per un incontro col Ministro della Sanità).

Spiace rimarcare la nostra delusione per la mancata partecipazione di Rizzi o di un suo sostituto, che avrebbe potuto essere individuato in un dirigente regionale competente ed esperto nella materia. Ringraziamo il Consigliere Comunale Angelo Veronesi, della Lega Nord, per avere supplito con buona volontà a tale carenza, pur non disponendo di dati ed informazioni dettagliate che avrebbero potuto essere utili a fornire risposte ai numerosi quesiti posti dai partecipanti al tavolo.

Prendiamo buona nota che la precedente Giunta Regionale di centro destra, con Assessore alla Sanità Bresciani, anch’egli della Lega Nord, ci ha lasciato l’ Ospedale di Saronno in situazione “di grave crisi e depauperamento di funzioni” (come da dichiarazioni di Veronesi) e di ciò non la ringraziamo.

Ora l’attuale Giunta Regionale, di pari colore politico, prende buona distanza da chi l’ha preceduta, ma ancora non ci fa capire come e quando porrà rimedio ai guasti provocati dall’accoppiata Formigoni-Bresciani.

Sarebbe troppo facile prendersela con i vari direttori generali dell’azienda ospedaliera che si sono succeduti: non hanno fatto altro che eseguire delle direttive che volevano l’Ospedale di Busto rafforzato e quello di Saronno indebolito, nonostante la voce della comunità locale si sia alzata più volte a difesa del nostro Ospedale.

Aspettiamo un documento scritto che illustri gli orientamenti della Giunta Regionale e nel frattempo sentiremo, insieme agli altri Sindaci del territorio, il programma del Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera per il nostro Ospedale, rappresentandogli tutte le carenze che i nostri cittadini, nonché i Sindaci del territorio, hanno rilevato.

13062013

3 Commenti

  1. Attraverso i comunicati stampa il sindaco è sempre un leone… vada in Regione a battere i pugni sul tavolo, anzichè rilasciare comunicati di questo tenore.

  2. Suvvia, non ha tempo per andare in Regione: qui si deve pensare ai parcheggi per le biciclette ed ai 30 km/h!

  3. qui si sento asinerie colossali: le competenze dei comuni non prevedono la gestione della sanità. Hai voglia di battere i pugni sul tavolo, nessuno ricorda che questa ventilata riduzione è cominciata nel periodo della precedente amministrazione comunale, che non battè i pugni sul tavolo neppure lei. Certo che se avessero previsto la disponibilità di un’area nuova per costruire magari una struttura nuova, al posto di condomini inutili…..ma forse sarebbe andata così lo stesso

Comments are closed.