SARONNO – Dopo essere stato per ben due volte candidato sindaco ed essere stato per tre anni capogruppo di [email protected] in Consiglio Comunale, Angelo Proserpio ha rassegnato lunedì al sindaco Luciano Porro le proprie dimissioni da consigliere comunale.

ProserpioUna decisione che lo stesso Angelo spiega così: “Ho voluto dare le dimissioni all’indomani dell’approvazione del PGT perché, insieme con il desiderio di far avvicinare le persone, soprattutto i giovani, alla politica, è stata la ragione per la quale presi la decisione di candidarmi. Quanto all’esperienza come consigliere, devo dire che ho notato nei singoli consiglieri, soprattutto nei lavori in commissione, una passione per la cosa pubblica che non sempre si accorda con le dichiarazioni spesso demagogiche che stranamente si fanno in consiglio comunale. Di sicuro posso dire che con i tempi che corrono la presenza di una lista civica vivace in un Consiglio composto soprattutto da partiti è un po’ come il lievito nel pane. Guai se non ci fosse: è lo strumento che permette al cittadino disincantato e deluso di credere che può essere parte importante nella creazione di una sfera pubblica democratica.”

Il suo posto verrà preso da Paolo Sala, tributarista saronnese sala paolocinquantenne, da tempo attivo nell’associazionismo legato a temi ambientali e alla prima esperienza da consigliere comunale, pronto a spendere le proprie capacità e attitudini in favore della comunità saronnese. Bilancio, mobilità e ambiente saranno senz’altro i temi che lo vedranno coinvolto più da vicino.

“Mentre accogliamo Paolo come nostro rappresentante in Consiglio – commentano da [email protected] –  diventa difficile trovare le parole imgresgiuste per ringraziare Angelo per quello che ha fatto in questi anni, sia per la lista [email protected], da lui fondata e accompagnata nel tortuoso percorso dell’esperienza politica, per quasi tutti noi la prima, sia per il contributo straordinario di tenacia, preparazione, visione, coraggio nel saper prendere posizioni forti, a volte anche scomode, cercando sempre di tenere alto il livello di discussione e puntando i riflettori sui temi cruciali per il destino di Saronno. Lo salutiamo con stima e gratitudine, confortati dal fatto che continuerà a rivestire il ruolo di Presidente di [email protected] anche nei prossimi mesi e a dare, sotto altra veste, il proprio prezioso contributo alla politica saronnese”

3 Commenti

  1. Belle, anzi, bellissime parole ma al vento: indubbio il valore dell’avvocato Proserpio, molto meno questo triste comunicato. E’ evidente che abbia lasciato per contrasti nei confronti dell’amministrazione, ma guai a dirlo apertamente. E’ stato leale nei confronti di Porro, molto meno leale con sé stesso e chi lo ha sostenuto, compresa la sua lista. Un abbandono della maggioranza sarebbe stato ancora più onesto e avrebbe accresciuto il valore morale del gesto. Ma siamo nella Saronno “chefacciamofintachetuttovabene”, e allora continuiamo su questa triste strada, con questa tristissima amministrazione, che perde – lo ripeto – una persona di valore cui, nell’atto finale, è mancato il fatidico centesimo per mettere assieme un euro.

    • Gordon ha ottimamente arcicolato un più che condivisibile commento: avendo io già riposto in altro post la mia personale lettura a riguardo della decisione presa dall’amico Angelo, ribadisco che davvero mi spiace e null’altro aggiungo che …. a questo punto “vabenecosì”!

Comments are closed.