SARONNO – “E’ tutto testimoniato nei video su internet, le accuse sono esagerate“: questa, in sintesi, la posizione degli avvocati difensori di alcune delle persone fermate (fra essi un saronnese) questa mattina, mercoledì 19 giugno, nell’ambito dell’operazione della Digos dopo gli incidenti all’ex Cuem di Milano.

corteo studenti polizia

“A distanza di quasi due mesi, questa mattina, sette arresti per lo sgombero dell’ex Cuem all’Università statale di Milano – riepilogano da Facebook i legali, Eugenio Losco e Mauro Straini – Per fortuna ci sono numerosi filmati, da tempo disponibili in rete, che documentano tutto: l’ingresso in università della polizia in assetto antisommossa, la carica violenta. Ognuno giudichi da sé cosa vada condannato nei fatti di quel giorno. Quel che già è evidente, è la sproporzione tra i fatti e le misure applicate. Come quello studente arrestato solo per avere minacciosamente puntato un ombrello contro gli agenti, in assetto antisommossa con scudi, manganelli e caschi”.

190613

1 commento

  1. Una sommossa è fatta anche con ombrelli….cosa diavolo c’entra in una linea difensiva una frase come l’ultima virgolettata?
    La carica violenta…avete mai visto una carica con mazzo lini di fiori?
    Patetici.

Comments are closed.