SARONNO – Oltre ai sette arrestati, e posti ai domiciliari, sono 32 le persone denunciate a piede libero nell’ambito della maxi-operazione di ieri, mercoledì, della Digos milanese.

polizia di stato

Il tutto a seguito degli scontri che avevano fatto da corollario allo sgombero dell’ex Cuem a Milano nel maggio scorso e che hanno portato al fermo anche di un attivista 31enne saronnese, bloccato dagli agenti ieri mattina nei pressi del centro sociale Telos di via Milano a Saronno.

Ma i poliziotti, nel Saronnese, hanno compiuto anche una perquisizione domiciliare nell’abitazione di un altro attivista, la cui posizione è ora al vaglio della procura. Altre due perquisizioni sono invece avvenute a Milano: nell’insieme la Digos ha sequestrato materiale informatico e cartaceo ora al vaglio, ed anche spray urticante, un coltello a serramanico, una scure e due manganelli telescopici. All’esame anche il “guardaroba” degli interessati, per capire – dai capi d’abbigliamento rinvenuti – se si tratti di persone rimaste coinvolte in scontri.

200613