GERENZANO – Una prima edizione, quella delle Olimpiadi di Villaggio Amico di Gerenzano, all’insegna del bel tempo, con gli ospiti impegnati a confrontarsi in gare di podistica e di precisione. La partecipazione numerosa delle famiglie ha suggerito di includere nella programmazione una gara in più: la corsa dei nipotini.

Che l’attività motoria sia un toccasana per chiunque, soprattutto per chi gli anta li ha passati da un po’, non è un segreto. Nei giorni scorsi, però, negli spazi comuni del Villaggio Amico è entrata in campo una componente in più, la voglia di mettersi in gioco con grinta e competitività. Pensata per intrattenere gli ospiti ma aperta ai parenti, amici e sostenitori, la prima edizione delle Olimpiadi di Villaggio Amico si è aperta con l’Accademia marziale di Saronno che ha presentato una dimostrazione di tecniche di autodifesa. Poi spazio allo sport con le varie specialità di gara podistica, dalla corsa classica a quella con la carrozzina, al walker individuale e accompagnato. La classica se l’è aggiudicata Enrico, un giovanotto sessantenne che si è lasciato tutti gli altri concorrenti alle spalle. Un podio tutto al femminile, invece, nella corsa con il walker.
Chi ha preferito la precisione si è iscritto alle gare di freccette. Vincitrice la signora Giuseppina che con mano molto ferma ha totalizzato più punti di tutti. E complimenti per i suoi 97 anni! Il centro di riabilitazione ha proposto atleti anche giovani che si sono impegnati in gare diverse. Vincitrice della corsa in carrozzella la signora Margherita.
Molte infine le donne premiate in ogni categoria: Wanda, Rosa, Maria Teresa, Rachele, Marta, Maria e Rosa.

La piramide di barattoli, da abbattere, la vendita di oggettistica realizzata dagli ospiti, la dimostrazione della tecnica T’Ienshu proposta nel pomeriggio dall’Accademia Marziale di Saronno e Peppo di Uboldo con il suo “Camioncino del gelato” artigianale hanno contribuito a fare di questa prima sperimentazione la prova generale per altri appuntamenti in cui sport, famiglia e relax si fondono in una giornata da ricordare.
Ilaria, Francesca e Irene – le tre educatrici di Villaggio Amico – insieme alle fisioterapiste Francesca, Elisa, Clara e Jessica hanno pensato, gestito, allestito e organizzato l’evento, premiando nel pomeriggio gli ospiti vincitori e festeggiando con una gustosa merenda assieme a tutti partecipanti, parenti e operatori del Villaggio Amico.
Su Villaggio Amico

Centoquarantaquattro posti, tre piani divisi per tipologia di paziente, otto nuclei di degenza: sono i numeri che descrivono la Residenza Sanitaria Assistenziale di Gerenzano. Vi lavorano 150 operatori, tra dipendenti e collaboratori. La mission di Villaggio Amico é rispondere ai bisogni della persona in ogni fase della sua vita, dall’infanzia alla terza età. Non solo quindi una Residenza per anziani ma una struttura che racchiude al proprio interno un ventaglio di servizi come l’intrattenimento diurno per anziani e per persone diversamente abili, un centro di riabilitazione, poliambulatori medico-specialistici, piscina e palestre, l’asilo nido, un centro di formazione e l’auditorium comprensivo di sale convegni. Fiore all’occhiello della Residenza Sanitaria Assistenziale è il Centro Alzheimer, nucleo specializzato nell’accoglienza dei pazienti e nell’assistenza alle loro famiglie. La struttura ha sede a Gerenzano, punto di incontro delle province di Varese, Milano e Como.

240613